25 ottobre 2021
Aggiornato 21:00
Calcio

Milan: la rincorsa del pomeriggio

I rossoneri, pesantemente attardati in classifica, tentano il recupero da qui alla fine dell’anno, cercando di sfruttare anche un calendario piuttosto agevole in cui per la squadra di Montella sarà vietato fallire

MILANO - La situazione di classifica del Milan resta difficile e preoccupante anche dopo la rinfrancante vittoria di Reggio Emilia contro il Sassuolo. I punti persi in precedenza e l’andamento quasi perfetto delle prime della serie A, infatti, relegano i rossoneri a ridosso della zona Uefa e con poche possibilità di rimonta in orbita quarto posto, l’ultimo valido per accedere alla prossima Coppa dei Campioni. Eppure la squadra di Vincenzo Montella non intende arrendersi a meno di metà stagione, tentando un recupero che avrebbe del miracoloso; il calendario, in tal senso, potrebbe aiutare il Milan, perché dalla ripresa del campionato al 30 dicembre, la squadra milanese potrebbe infilare una serie di vittorie consecutive che la proiettino in zone più nobili della classifica: al di là della prossima sfida al San Paolo di Napoli contro la capolista, infatti, i rossoneri si ritroveranno di fronte 4 partite abbordabili, 3 delle quali al pomeriggio: domenica 26 novembre alle 15 a San Siro contro il Torino, la domenica successiva alle 12:30 a Benevento, quindi il posticipo casalingo col Bologna ed un’altra sfida all’ora di pranzo al Bentegodi contro il Verona. Infine, il 23 ed il 30 dicembre, Milan-Atalanta e Fiorentina-Milan, le ultime due gare dell’anno, dopo le quali Montella potrà tirare le somme: se la sua squadra avrà raccolto almeno 16 punti su 21 (ipotizzando una possibile sconfitta a Napoli ed un pari col Torino), la corsa all’Europa potrebbe non essere ancora chiusa, se arriverà qualcosa di meno, invece, il Milan 2018-2019 guarderà per l’ennesima volta la Coppa dei Campioni dal divano di casa.