13 aprile 2024
Aggiornato 11:30
MotoGP | Gran Premio della Malesia

Marquez può vincere il titolo già domenica... ma dovrà sudare

Primo match point iridato per il campione spagnolo della Honda, che si ritrova però proprio sulla pista dove Andrea Dovizioso vinse un anno fa: sarà una sfida tutta da giocare

Marc Marquez sul gradino più alto del podio in Australia
Marc Marquez sul gradino più alto del podio in Australia Foto: Michelin

SEPANG – Marc Marquez gioca il suo primo match ball e se lo gioca in Malesia, penultimo appuntamento del Mondiale di MotoGP in programma domenica prossima. Andrea Dovizioso ha un ritardo di 33 punti ed una vittoria dello spagnolo gli consegnerebbe matematicamente il campionato del mondo 2017. «Ovviamente siamo contenti di andare in Malesia dopo aver vinto a Phillip Island – dichiara il campione spagnolo della Honda alla vigilia del weekend di gara – Sapevo che era molto importante ottenere un buon risultato in Australia e cercare di aumentare un po' il vantaggio prima di Sepang, un appuntamento impegnativo e dove Dovi ha vinto l'anno passato». E proprio la vittoria di dodici mesi fa, che aprì la striscia positiva del suo sfidante italiano che dura ancora oggi, presuppone che Marquez dovrà sudare per tutto il fine settimana, se vorrà difendere la sua corona. Non solo in senso metaforico.

Pista tosta
Il clima è infatti il nemico numero uno, con il suo caldo umido e bruciante e il meteo incerto, che aumenta ulteriormente il coefficiente di difficoltà di una pista già di per sé molto tecnica: «In Malesia troveremo umidità e, ovviamente, alte temperature – avverte il Cabroncito – Penso che questa sia una delle corse più difficili dal punto di vista delle condizioni fisiche. Un aspetto positivo è l'asfalto, rifatto non molto tempo fa, che garantisce una buona aderenza. Vedremo come sarà la situazione e cercheremo di gestirla al meglio in ottica di campionato».

(Fonte: Askanews)