17 ottobre 2019
Aggiornato 22:00

Verso Milan-AEK Atene: Montella si aggrappa all’Europa con dubbi e fiducia

Contro i greci, i rossoneri si giocano il primato nel girone di coppa e la faccia dopo le tre sconfitte consecutive in campionato

Vincenzo Montella, allenatore del Milan
Vincenzo Montella, allenatore del Milan ANSA

MILANO -  Il Milan attende la sfida di giovedì sera in Coppa Uefa contro l’AEK Atene (inizio ore 21:05) per dimenticare le tre battute d’arresto di fila in campionato contro Sampdoria, Roma ed Inter, e per non interrompere il filotto di vittorie in Europa che ha finora garantito ai rossoneri il primato nel proprio girone. Proprio la coppa può venire in soccorso a Vincenzo Montella, finito nell’occhio del ciclone dopo gli scarsi risultati degli ultimi tempi, anche perché gli avversari dei rossoneri in Europa appaiono talmente inferiori alla truppa milanista che anche una squadra al momento in difficoltà sembra in grado di avere la meglio.

Formazione

Montella sa che, smentite di rito a parte, il suo credito nei confronti della società è a termine e che proseguendo con questo ruolino di marcia in campionato, il suo lavoro potrebbe avere le ore contate. Urge invertire la rotta e per farlo il tecnico campano si affida anche al ritorno in campo in Europa dove sinora il Milan non ha sbagliato un colpo; battere l’AEK Atene (impresa non certo impossibile) restituirebbe fiducia ed un pizzico di entusiasmo ad un gruppo al momento in crisi d’identità e con una pressione addosso che sembra pesare ancora di più in una situazione così delicata. Contro la formazione greca, Montella apporterà qualche modifica di formazione, come ad esempio l’inserimento di Calabria al posto di Ricardo Rodriguez ed il possibile rilancio in attacco di Cutrone, partito dalla panchina nelle ultime uscite. La Coppa Uefa come trampolino di lancio per riprendere la marcia anche in campionato e per far sì che la stagione milanista, iniziata con entusiasmo ed ambizioni, non si riveli un flop con ancora oltre sette mesi da giocare.