26 settembre 2020
Aggiornato 16:00
Moto2 | Gran Premio di San Marino

C'è Bagnaia sul bagnato: lui il migliore degli italiani

Pecco, il giovane talento torinese del team Sky Vr46, tiene duro in una gara difficilissima sotto il nubifragio di Misano, e riesce a piazzarsi quarto, ai piedi del podio. Va molto peggio a Franco Morbidelli, che cade quando era in testa e ora ha soli nove punti di margine su Luthi

MISANO ADRIATICO – Francesco Bagnaia è il primo italiano al GP di San Marino e della Riviera di Rimini. Il giovane debuttante dello Sky Racing Team VR46, in sella alla speciale livrea dedicata alla campagna «Sky un mare da salvare» taglia il traguardo della gara di casa al quarto posto.

Sotto l'acqua tiene botta
Pecco, che partiva dalla sesta casella dello schieramento, gestisce nel migliore dei modi le fasi iniziali della gara, quando le condizioni della pista erano davvero proibitive, e centra ancora una volta la top 5. Con i punti conquistati oggi, conferma il quinto posto in classifica con 124 punti, primo tra gli esordienti. «Una gara di sopravvivenza – la definisce il giovane talento torinese – La pista era davvero scivolosa, soprattutto nelle curve a sinistra, e sono davvero contento di aver chiuso ancora una volta nei primi cinque. Rispetto a Silverstone ho fatto un altro importante passo in avanti sul bagnato e sono riuscito a gestire meglio la situazione. All'inizio ho faticato: i primi giri, in queste condizioni, sono i più pericolosi. Sono rimasto calmo, non ho esagerato e non ho preso rischi». Il leader del Mondiale Franco Morbidelli, invece, è caduto mentre si trovava in testa alla gara e ora ha soli nove punti di vantaggio su Thomas Luthi, oggi secondo dietro al connazionale Dominique Aegerter.