16 dicembre 2019
Aggiornato 03:30
Basket USA

Draft NBA, Markelle Fultz prima scelta assoluta per Philadelphia

Markelle Fultz, playmaker diciannovenne di Washington è il numero uno assoluto come era abbondantemente previsto: va a Philadelphia, dopo che i 76ers si erano appropriati nei giorni scorsi del turno di Boston in cima al tabellone.

Draft NBA, Markelle Fultz: «Un sogno che si realizza»
Draft NBA, Markelle Fultz: «Un sogno che si realizza» ANSA

NEW YORK - Fischi ad Adam Silver, commissioner dell'Nba quando al Barclays Center di Brooklyn fa i complimenti ai nuovi campioni Nba dei Golden State Warriors. Poi si comincia con i draft, la serata delle scelte Nba. Markelle Fultz, playmaker diciannovenne di Washington è il numero uno assoluto come era abbondantemente previsto: va a Philadelphia, dopo che i 76ers si erano appropriati nei giorni scorsi del turno di Boston in cima al tabellone. «È un sogno che si realizza: riuscirò a prendermi cura della mia famiglia, facendo quello che amo» la sua frase da mandare agli annali. Con la numero 2 Lonzo Ball è finito ai Los Angeles Lakers e così il playmaker di UCLA può coronare il suo sogno di giocare per i Lakers. In questi mesi hanno tenuto banco soprattutto le uscite del padre LaVar. Uno che nei mesi scorsi ebbe anche a dire: «Nei miei giorni migliori avrei fatto il c**o a Michael Jordan in uno contro uno. Non ci sarebbe stata partita».

I Boston Celtics, che avevano nel mirino Josh Jackson, con la tre prendono invece Jayson Tatum. Josh Jackson con la numero 4 finisce ai Phoenix Suns, De'Aaron Fox ai Sacramento Kings, Jonathan Isaac agli Orlando Magic. Il primo straniero a essere selezionato, n° 7, è il finlandese Lauri Markkanen: un'ala con grandi capacità di tiro. Lo prende Minnesota sotto dettatura dei Chicago Bulls, dopo la trade di Butler. Subito dopo, n° 8, è il turno del francese Frank Ntilikina, che giocherà per i New York Knicks. Essere presente al draft è stato un grande regalo della sua società, perché domani sera Ntilikina sarà sul parquet per la finale scudetto con lo Strasburgo. Dopo di loro, nel primo giro (con contratti garantiti) vengono pescate solo altre due international stars: con il 23 va ai Toronto Raptors l'inglese di origine nigeriana, OG Anunoby con un problemuccio al ginocchio; e con il 25 Orlando chiama il lettone Anzejs Pasecnicks. Le ultime due scelte della top ten riguardano i Dallas Mavericks con Dennis Smith Jr ed i Sacramento Kings che cedono la propria scelta a Portland: Zach Collins.