25 giugno 2019
Aggiornato 05:30
Un altro buon piazzamento italiano

Fenati sul podio e secondo in campionato, dietro al solito Mir

Il leader del Mondiale Moto3 vince la sua quarta gara stagionale in casa a Barcellona e allunga in classifica mondiale. Ma il migliore dei suoi inseguitori si conferma il giovane ascolano, che conquista il terzo posto e la piazza d'onore nella graduatoria assoluta della classe inferiore

BARCELLONA – Joan Mir vince con gran personalità all’ultimo giro il Gran Premio di Catalogna in classe Moto3, cogliendo la sua quarta vittoria stagionale e aumentando il suo vantaggio in classifica mondiale. Stretto nella morsa del gruppo di testa, il giovane maiorchino ha mantenuto le primissime posizioni evidenziando un buon passo, fin quando nella seconda parte i sorpassi iniziano a farsi più frequenti, anche grazie al gioco delle scie. All’ultimo giro Martin e Fenati tentano l’allungo decisivo, Mir si libera di Bastianini e si getta al loro inseguimento: quando l’italiano sta per sferrare l’attacco, Mir lo infila all’interno senza appelli: quindi, non domo, nell’ultima chicane che precede la linea del traguardo compie un sorpasso-capolavoro ai danni di Martin, andando a cogliere la quarta vittoria stagionale su sette gare. «Sono felicissimo per questa vittoria! – esulta il pilota Leopard – Sono contento anche della mia gestione della corsa, una gara lunga e difficile, soprattutto per il caldo. Nei primi giri non mi sentivo a mio agio con la gomma nuova, ma col passare dei giri acquisivo maggior fiducia. Nell’ultimo giro vedevo che Fenati e Martin stavano scappando, ma ho passato subito Bastianini e nel secondo settore avevo già recuperato tutto; in staccata ero al limite e la mia moto pattinava, ho passato anche Fenati e volevo prendere Martin: sapevo che lui avrebbe chiuso la porta nella chicane. Sono entrato diretto e sono contento di averlo superato proprio in quel punto, me la sono giocata! Compiere il sorpasso della vittoria in quella curva, dove l’anno scorso è venuto a mancare Luis (Salom, ndr), per me è un omaggio alla sua memoria. Voglio restare concentrato esclusivamente su questa stagione 2017 e su questa categoria Moto3 fino all’ultima gara». Grazie a questo successo il talento di Palma de Mallorca consolida la sua leadership nella classifica mondiale (133 punti) allungando il vantaggio sui rivali.

Fenny all'inseguimento
Romano Fenati torna sul podio, infiammando il pubblico spagnolo, sul circuito di Barcellona. Una gara di cuore, grinta e testa per il pilota di Ascoli che torna ad imporre il ritmo in gara e perde la vittoria solo all'ultima curva. Barcellona era un circuito stregato per lui che non ci ha mai fatto podio. Oggi è caduto anche questo tabù ed è stato riconquistato anche il secondo posto in classifica generale. «Oggi Mir e Martin andavano davvero forte e, all'ultimo giro, ho preferito non rischiare, per non compromettere la gara – spiega il portacolori del team Snipers – Veniamo da un risultato non buono del Mugello, oltre allo zero di Le Mans, e oggi era importantissimo portare a casa punti, soprattutto per il morale. Il team ha fatto un gran lavoro, la moto andava bene e spero sia così tutto l'anno. Il campionato per me è ancora aperto, siamo tutti vicini, a parte Joan. 45 punti possono sembrare tanti ma io penso che niente sia impossibile, neppure un recupero e, al di là dei punti e del campionato so che dobbiamo metterci sempre cuore e testa e divertirci. Se andiamo avanti con questa sintonia, qualsiasi sarà il risultato, sarò contento».