27 maggio 2024
Aggiornato 20:30
Calcio

Nuovo Milan: anche Storari e mezzo centrocampo sono in uscita

In estate i rossoneri opereranno una piccola ma sostanziosa rivoluzione: addio a tanti calciatori poco utilizzati e fuori dal progetto tecnico di Montella

Marco Storari ha compiuto 40 anni il 7 gennaio
Marco Storari ha compiuto 40 anni il 7 gennaio Foto: ANSA

MILANO - La nuova proprietà del Milan si è insediata e i nuovi dirigenti sono pronti a costruire la nuova squadra, quella che sarà affidata ancora a Vincenzo Montella e a cui sarà chiesto il ritorno ai vertici del calcio italiano dopo gli ultimi cinque anni grigi, bui e senza gloria. Al di là dei nomi in entrata, Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli sono chiamati anche a sfoltire la rosa, cedendo i calciatori sacrificabili che abbiano discrete offerte (De Sciglio e Bacca), ma anche tagliando qualche ramo secco poco utilizzato nel giardino di Montella. Chiari esempi sono Keisuke Honda che lascerà al 100% il Milan per volare negli Stati Uniti, ma anche Andrea Poli che, nonostante impegno e sacrificio, con Montella vede il campo col binocolo e che è appetito da Torino, Sassuolo e Lazio; a centrocampo, poi, vanno valutate le posizioni di Mati Fernandez (che piace al tecnico ma che ha garantito poco minutaggio a causa di ripetuti malanni fisici) e di Mario Pasalic che il Milan vorrebbe trattenere ma che è in prestito secco dal Chelsea e bisognerà che la dirigenza rossonera parli coi londinesi per capire il da farsi. Non rimarrà neanche Marco Storari, tornato a Milanello a gennaio ed in scadenza di contratto: i suoi 40 anni non lo aiutano a ritagliarsi un altro posto in rossonero; non sarà probabilmente Gabriel la riserva di Donnarumma, viste le sue scarsissime qualità mostate anche a Cagliari, più probabile la promozione di Plizzari o l’arrivo di un nuovo secondo come Padelli del Torino o Rafael del Cagliari.