19 gennaio 2020
Aggiornato 17:30
Calcio

Gli obiettivi di mercato del Milan cinese

In attesa di definire ufficialmente il passaggio di proprietà, la futura dirigenza rossonera è già al lavoro per rinforzare l’organico a disposizione di Montella

Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone, prossimo direttore sportivo ed amministratore delegato del Milan
Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone, prossimo direttore sportivo ed amministratore delegato del Milan ANSA

MILANO - La cessione del Milan è ormai alle porte e tutto sembra definito e solamente da ufficializzare. Vogliamo crederci anche stavolta? Crediamoci, viste anche le rassicurazioni e il volto scoperto di Yonghong Li , pronto ad investire per riportare i rossoneri a competere per vincere in Italia e in Europa? Già, ma con quali calciatori? Quelli attuali non possono certo bastare (a parte due o tre eccezioni), ed ecco che la coppia Fassone-Mirabelli, futuri amministratore delegato e direttore sportivo milanisti, è già all’opera per regalare a Vincenzo Montella i rinforzi adeguati per cominciare a puntare in alto già dalla prossima stagione. Il grande obiettivo della nuova proprietà è Pierre Emerick Aubameyang, attaccante gabonese del Borussia Dortmund, per cui il Milan ha pronti 60 milioni di euro da offrire ai tedeschi per portarlo in Italia. In difesa, poi, i nomi più gettonati sono quelli di Musacchio del Villarreal (per cui l’accordo esiste già), di Gonzalo Rodriguez (in scadenza di contratto con la Fiorentina ed avvicinato più volte dalla dirigenza milanista) e di Sead Kolasinac, difensore bosniaco in forza allo Schalke 04 ed appetito anche dalla Juventus e che nelle ultime ore viene segnalato come vicinissimo al Milan. Completano la lista la punta laziale Keita Balde, il centrocampista ivoriano dell’Atalanta Franck Kessie ed il regista della Roma Paredes, a cui andranno ad aggiungersi altri nomi da qui all’estate per potenziare l’organico di Montella e riportare il Milan laddove è sempre stato negli anni d’oro di Silvio Berlusconi.