10 dicembre 2019
Aggiornato 15:00

Valentino Rossi: «Per la rimonta, spero in una magia nel warm up»

La decisione di cancellare le qualifiche di oggi costringerà il Dottore a partire dalla decima posizione in griglia: «Ma hanno aumentato di dieci minuti le prove di domani, quindi potremo ancora cercare qualche soluzione. E poi tutto è possibile»

Valentino Rossi discute con i tecnici nei box in Qatar
Valentino Rossi discute con i tecnici nei box in Qatar Michelin

DOHAValentino Rossi, sei d'accordo con la decisione di cancellare le qualifiche di oggi?
Per me è stata una sfortuna, perché mi costringe a partire decimo, mentre oggi ero sicuro di poter migliorare se la pista fosse stata completamente bagnata o completamente asciutta. Ma sono convinto che fosse la scelta giusta: oggi era impossibile girare. Con l'asfalto mezzo asciutto e mezzo bagnato non si sapeva che gomma usare ed era molto pericoloso. Era l'unica decisione che potessero prendere.

Ma, visto che la pioggia era prevista, l'organizzazione non poteva pensarci prima?
Secondo me non si poteva fare altrimenti. Questa pista non è stata studiata per l'acqua e, per fare un drenaggio sufficiente, ci vogliono tre mesi di lavori. Hanno cercato di capire se potevamo correre con la pioggia ma oggi è andata ancora peggio, perché non era né asciutto né bagnato. Per quest'anno è andata così. Dobbiamo solo sperare che domani il tempo sia bello, la pista si asciughi e sia in condizioni per fare una bella gara.

Con tutti i soldi che hanno gli sceicchi del Qatar, magari l'anno prossimo ci mettono il tetto al circuito...
Beh, negli ultimi anni sembra che il clima mondiale sia cambiato. Un tetto mi sembra una buona idea, magari con l'aria condizionata...

Però Loris Capirossi ha detto che si potrebbe correre con il bagnato di notte.
È buono saperlo, ma bisogna prima provare con una MotoGP. Per me il problema principale può essere il riflesso delle luci artificiali sulla pioggia. Dobbiamo capire se, con venti moto che girano, si riesce comunque a vedere il circuito. Al momento c'è il 50% di possibilità.

A questo punto, cosa farai domani?
Domani mattina c'è mezz'ora di warm up, anche se di giorno, e quindi potremo ancora fare qualche prova. Vedremo.

Tu e il tuo team ci avete abituato alle magie nel warm up. Sarà così anche domani?
Non lo so... lo spero! Forse mezz'ora ci basterà, forse no. Ma è comunque meglio di venti minuti.

Che cosa vorresti migliorare, in particolare?
Il tempo sul giro! No, in realtà abbiamo delle soluzioni interessanti da provare. Naturalmente partire dalla quarta fila rende tutto più difficile, ma l'importante per noi è cercare di essere veloci e sperare che ci sia bel tempo. Poi darò il massimo, ci proverò.

In passato hai già fatto grandi rimonte. Puoi farcela anche stavolta?
Domani arriverò qua per fare il miglior risultato possibile, come al solito. Al momento non ho proprio il passo per la rimonta, quindi bisognerà vedere se domattina riusciamo a migliorare. In tal caso, tutto è possibile.