2 giugno 2020
Aggiornato 14:30
La Rossa protagonista anche nel Gran Turismo

Undici Ferrari al via della prossima 24 Ore di Le Mans

Ben una macchina su sei sulla griglia di partenza della più leggendaria delle gare di durata sarà marchiata dal Cavallino rampante. E la punta di diamante tra i piloti sarà Giancarlo Fisichella, l'anno scorso secondo di classe

Una delle Ferrari Gran Turismo in azione
Una delle Ferrari Gran Turismo in azione Ferrari

PARIGI – È stata svelata a Parigi la lista degli equipaggi che disputeranno la 24 Ore di Le Mans il 17 e 18 giugno prossimi. Sulle 60 vetture al via ben 11 saranno Ferrari. Nella lista provvisoria tre vetture sono iscritte nella classe Gte-Pro mentre otto si daranno battaglia nella classe Gte-Am, dove la Ferrari arriva da campione in carica avendo conquistato l’edizione 2016 grazie al team Scuderia Corsa e a Bill Sweedler, Jeff Segal e Townsend Bell. Nella classe Gte-Pro ci saranno ovviamente le due 488 Gte di Af Corse che, come da tradizione, saranno contraddistinte dai numeri 51 e 71. Le vetture disputeranno per intero il Fia World Endurance Championship in cui lo scorso anno la Ferrari ha vinto la coppa del mondo costruttori che dal 2017 diventerà un vero e proprio titolo mondiale. In occasione della classica della Sarthe sarà al via anche la 488 Gte del team Risi Competizione, seconda lo scorso anno con Toni Vilander, Giancarlo Fisichella e Matteo Malucelli. In classe Gte-Am, come si diceva, saranno otto le Ferrari. Due disputeranno per intero il campionato: quella del team Spirit of Race, che come pilota gentleman avrà lo svizzero Thomas Flohr, e quella del team Clearwater Racing che potrà contare sul pilota di Singapore Weng Sun Mok. Altre sei 488 Gte e una 458 Italia Gte si uniranno a loro in occasione della maratona francese nel mese di giugno. Due vetture gareggeranno sotto le insegne del team statunitense Scuderia Corsa: su una tornerà per la seconda volta a Le Mans la ragazza danese Christina Nielsen, vincitrice in classe Gtd dell’Imsa SportsCar Championship 2016, mentre l’altra vedrà al volante lo statunitense Cooper MacNeil, già protagonista del Ferrari Challenge alle finali mondiali di Daytona.

Tra Asia ed Europa
Le quattro Ferrari rimanenti sono rappresentanti di due team asiatici e due europei. Per la 24 Ore Clearwater Racing raddoppierà lo sforzo mentre la Cina sarà rappresentata dal team DH Racing, che ha appena vinto il campionato Asian Le Mans Series con l’italiano Michele Rugolo. I team europei saranno invece Spirit of Race, che avrà una seconda vettura per Duncan Cameron, e JMW Mortorsport che schiererà una 458 Italia per Robert Smith. Sono state svelate anche le vetture che prenderanno parte alla European Le Mans Series. In questo campionato, che regala al team vincitore il diritto di gareggiare a Le Mans, saranno tre le Ferrari impegnate. Due 488 del team Spirit of Race, quella di Cameron e un’altra per Gianluca Roda, e la 458 Italia del team JMW Motorsport.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal