25 aprile 2019
Aggiornato 05:30
Il bilancio del venerdì di prove libere in Brasile

La Ferrari fa la conta dei problemi: «Ma tutto può succedere»

Le temperature altissime che hanno reso scivolosa la pista, la difficoltà nella gestione delle gomme e alla fine perfino una visiera che ha ostruito il condotto di raffreddamento di Kimi Raikkonen: «Domani andrà meglio»

Sebastian Vettel in azione a San Paolo
Sebastian Vettel in azione a San Paolo ( Ferrari )

SAN PAOLO«Oggi non eravamo abbastanza veloci, è stata una giornata un po' difficile. La pista scivolosa, le temperature altissime, credo che tutti fossero in difficoltà con le gomme e non era facile trovare il ritmo. Abbiamo provato diverse cose, si tratta di vedere cosa è meglio». Così Sebastian Vettel, parlando ai microfoni di Sky Sport, analizza la prima giornata di prove libere del Gran Premio del Brasile che ha chiuso al settimo posto. «A fine giornata ho trovato un po' il ritmo, ma mi sentivo più a mio agio man mano che accumulavo chilometri. Sul giro veloce non ero contentissimo, ma sul passo gara per noi è andato un po' megliio – ha aggiunto – Mi sarei aspettato di più ma faceva molto caldo e l'asfalto era molto scivoloso. Ho avuto problemi nella gestione delle gomme e nel trovare il passo». Vettel si dice comunque ottimista: «La buona notizia di oggi è che i distacchi sono ravvicinati, gli altri sono abbastanza vicini. La Mercedes di sicuro è un pò più avanti, come potevamo attenderci, ma a parte questo, se le cose restano così, promettono bene per domani. Ma non posso permettermi di fare previsioni, la gara è domenica. Sappiamo che qui può succedere di tutto, quindi prepariamoci». Kimi Raikkonen chiosa: «È stato un venerdì non semplicissimo, abbiamo avuto qualche problemino. È difficile trovare un buon assetto, non ci siamo ancora ma stiamo andando nella direzione giusta, domani andrà meglio. Ho fatto solo pochi giri con la gomma soft, che si è comportata abbastanza bene e, ovviamente, ha più aderenza rispetto alle altre mescole. Sfortunatamente alla fine della seconda sessione abbiamo avuto un problema con una visiera che ha ostruito il condotto di raffreddamento: i freni si sono surriscaldati e sono stato costretto a fermarmi».

(con fonte Askanews)