29 marzo 2020
Aggiornato 13:30
Le qualifiche della Ducati a Silverstone

Andrea Dovizioso cade sul ginocchio già infortunato

Desmodovi viene tratto in inganno dall'asfalto bagnato e al quinto giro scivola, riportando una contusione dove già si era fatto male nei test della settimana scorsa a Misano. Anche Iannone va più piano con la pioggia: ottavo

Andrea Dovizioso in azione a Silverstone
Andrea Dovizioso in azione a Silverstone Michelin

SILVERSTONE – Qualifiche difficili per i due piloti della Ducati a Silverstone. Nel turno disputato sotto una pioggia battente, Andrea Iannone ha fatto segnare l’ottavo tempo in 2:21.446 e quindi partirà dalla terza fila per il Gran Premio di Gran Bretagna in programma domani sul famoso circuito inglese. «Nelle ultime prove libere, con asfalto bagnato, eravamo andati molto bene ma in qualifica è iniziato a piovere molto forte e le condizioni sono cambiate – racconta il Maniaco – Ho provato a spingere, prendendo anche qualche rischio, ma più di così non sono riuscito a fare. Mi dispiace partire in terza fila perché siamo stati sempre competitivi durante questo weekend, e alla fine ancora una volta la pioggia arrivata all’ultimo momento ha rovinato il nostro lavoro. Comunque sono abbastanza soddisfatto della mia moto sull’asciutto e stamattina abbiamo fatto un bel passo in avanti con l'assetto, anche se nelle prove libere di stamattina sono scivolato. Abbiamo lavorato bene e siamo riusciti a rendere la moto più facile da guidare e quindi domani, se correremo con l’asciutto, abbiamo la possibilità di fare davvero una bella gara».

Scivola Dovizioso
Andrea Dovizioso è invece stato protagonista di una caduta durante il suo quinto giro e ha riportato una contusione al ginocchio destro, già infortunato durante il test privato di Misano della scorsa settimana. Il pilota romagnolo ha comunque ottenuto il decimo tempo in 2:22.420 e quindi la quarta fila in griglia. «Mi dispiace per la caduta, perché stavo facendo un buon giro e probabilmente sarei potuto arrivare in prima fila, ma le condizioni erano molto difficili ed ho commesso un errore – spiega Desmodovi – Purtroppo sono caduto sullo stesso ginocchio che si era già infortunato nei test di Misano, ma fortunatamente non ho riportato danni gravi. Al momento il ginocchio si è gonfiato ed ho una abrasione e bisognerà vedere se domani mi darà fastidio. Considerando che senza l’errore avrei potuto essere molto più avanti è davvero un peccato dover partire in quarta fila, perché questo complicherà un po’ la mia gara».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal