17 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
Calcio

Ambrosini: "Il Milan non compra i calciatori chiesti da Montella"

L'ex capitano rossonero critica la campagna acquisti di Galliani, reo di non dar retta ai dettami del proprio allenatore

MILANO - Massimo Ambrosini, storico ex capitano del Milan con cui ha vinto ogni trofeo in Italia, in Europa e nel mondo, analizza la situazione della sua vecchia società all'indomani della sconfitta dei rossoneri contro il Napoli e ad un soffio dalla fine del calciomercato estivo: "Ho l'impressione che il Milan non ascolti le direttive di Montella - afferma l'ex centrocampista - perchè penso che se lo facesse acquisterebbe al più presto quel centrocampista di qualità che il tecnico campano vorrebbe mettere davanti alla difesa per giocare come piace a lui. Ricordo che quando ero a Firenze, Montella amava giocare con Pizarro come playmaker proprio per avere un calciatore talentuoso che mettesse ordine e organizzasse il gioco». Galliani non ascolta Montella, acquista un maniscalco come Josè Sosa ed un'autentica scommessa come Mario Pasalic, poi corre davanti ai microfoni dei giornalisti a ribadire il fastidioso e noioso ritornello "mercatochiusosiamoappostocosì». Nulla di ciò che aveva chiesto l'allenatore è stato fatto: Montella voleva Musacchio ed è arrivato Gustavo Gomez; Montella voleva Badelj o Borja Valero ed è arrivato Sosa; Montella voleva Cuadrado e sono rimasti Suso e Honda. E a questo gruppo si chiede l'Europa. Che coraggio.