28 settembre 2021
Aggiornato 19:30
Domani al via il GP d'Europa

Vettel carico: «Ferrari, un team di vincenti»

Il ferrarista crede nella sua squadra: «Abbiamo la mentalità giusta, dobbiamo continuare a imparare ma siamo forti». Il primo successo dell'anno, insomma, è sempre più vicino: forse già questo weekend in Azerbaijan?

BAKU«C'è curiosità per questo circuito di Baku perché sembra davvero spettacolare, soprattutto la parte intorno al centro storico. Stamattina ci ho fatto un giro al simulatore ma non vedo l'ora di poter scendere in pista». È un Sebastian Vettel carico ed entusiasta di provare la nuova pista in Azerbaijan che ospita il Gran Premio d'Europa in programma domenica. Il tedesco della Ferrari si sofferma in particolare su alcuni punti del tracciato: «Stamattina ho fatto un sopralluogo e ho notato alcuni punti davvero belli, come la curva 8 e poi la 11: quella cieca con la strada in pendenza. Ci sono molti saliscendi, ben più di quello che si può vedere in tv. Non sono preoccupato dell'ingresso ai box. Sembra solamente un tratto molto veloce, ma questo fatto non mi crea problemi. Anzi, sono ansioso di potermi mettere alla prova». Il lavoro di presa di contatto con il tracciato si preannuncia lungo e impegnativo: «È un posto completamente nuovo e sarebbe un po’ sciocco avere delle aspettative. Tutti parlano del lungo rettilineo, ma varrebbe anche la pena di considerare che farà molto caldo e che sarà una gara molto diversa da quelle corse finora, dove ha sempre fatto più freddo di quanto ci aspettassimo. Dovremo vedere come si comporteranno le gomme e in generale ci saranno molte cose importanti da fare, perché non abbiamo nessuna esperienza dagli anni precedenti. Ovviamente ci aspettiamo di essere forti, ma dobbiamo aspettare. In generale la nostra macchina si è trovata bene su tutte le piste e anche qui dobbiamo fare in modo che funzioni, dobbiamo cercare il ritmo in tutte le sessioni, in particolare il sabato, per fare in modo di finire in qualifica nelle posizioni dove meritiamo di essere. Qui la corsa è lunga, è la prima gara, ci sarà molto da imparare e domani speriamo di trovare più risposte che possiamo».

Non fermarsi mai
Vettel poi passa alla difesa della sua squadra, che secondo lui non ha perso il suo tocco magico: «La Ferrari ha sempre avuto una mentalità vincente – insiste il quattro volte campione del mondo – Tutti noi ce l'abbiamo e vogliamo tornare a vincere, questo è quello che mi dà fiducia. Siamo forti, ma possiamo esserlo di più: ci sono delle cose che dobbiamo imparare. La dote dei grandi vincenti è proprio questa: non pensare mai di essere arrivati e di saperne più degli altri. Sono sicuro che prima o poi il successo arriverà». Poi torna sull'ottima prestazione messa in mostra nell'ultimo Gran Premio in Canada: «Gli aggiornamenti fatti al turbo hanno fatto la differenza – ammette – Quando riusciamo a fare un weekend pulito, senza sbavature, andiamo meglio».

Alla ricerca del setup
Sulla fiducia nel potenziale della sua SF16-H, ma anche sulla necessità di crescere ancora, specialmente per quanto riguarda gli assetti, si concentra anche il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen: «Dobbiamo fare un lavoro migliore – sprona Iceman – L'ultima gara non è stata facile, e il risultato non è stato ideale, ma abbiamo cominciato a migliorare. Dobbiamo assicurarci di portare la macchina al punto che vogliamo, far funzionare le gomme come vogliamo, e poi sono sicuro che andrà tutto bene. Nelle ultime gare abbiamo faticato, ma questo è un weekend nuovo su un circuito nuovo. So che se riusciamo a seguire i nostri programmi, soprattutto in termini di messa a punto, saremo veloci e faremo la differenza. In una nuova pista questo è particolarmente difficile, ma lo è per tutti».

(da fonte Askanews)