23 maggio 2019
Aggiornato 15:30

Agroppi: “Oggi neanche Sacchi risolleverebbe il Milan”

L’ex allenatore toscano analizza la desolante situazione dei rossoneri, perennemente in difficoltà dopo decenni di trionfi

LIVORNO - Aldo Agroppi, ex calciatore ed allenatore, analizzando la serie A si è soffermato sul Milan, squadra dal grande blasone ma ormai da qualche anno in difficoltà: «Il Milan sta sbagliando troppo ultimamente - afferma Agroppi - ha affidato la squadra a due esordienti come Seedorf e Inzaghi in un momento in cui non poteva permetterselo, poi Berlusconi ha scelto Mihajlovic che è un tecnico non adatto al Milan. Il presidente rossonero scarica ogni responsabilità sulla guida tecnica, in realtà con un organico così mediocre neanche Arrigo Sacchi avrebbe potuto far di meglio». Il punto è sempre lo stesso: cambiano i suonatori, ma la stonata musica è sempre la stessa. Berlusconi ha scelto di lavarsi le mani senza assumersi le colpe dello sfacelo milanista, gettando fango una volta sugli allenatori e una volta su Galliani, quando invece il tracollo del Milan è iniziato dopo la decisione del presidente di mollare gli ormeggi e lasciare la barca rossonera alla deriva.