15 novembre 2019
Aggiornato 00:30

Ecco la Renault del ritorno in Formula 1

La casa francese torna come costruttore dopo cinque anni: i piloti saranno Kevin Magnussen, che ha sostituito Pastor Maldonado, e il debuttante Jolyon Palmer.

PARIGI – Si alza il sipario sulla Formula 1 2016 con il lancio del Team Renault presentato ufficialmente nel suo quartier generale di Guyancourt, il Technocentre alle porte di Parigi. Lo squadrone francese torna dopo cinque anni di assenza e dopo aver rilevato il team Lotus. Fino alla scorsa stagione era solo fornitore di motori come alla Red Bull. Pastor Maldonado, che ha dato l'addio al circus, sarà rimpiazzato dal 23enne Kevin Magnussen. Il danese sarà affiancato dal 25enne britannico Jolyon Palmer che ha vinto la GP2 nel 2014 e l'anno scorso ha fatto esperienza come terzo pilota della Lotus. Ruolo di team principal affidato a Frederic Vasseur mentre Bob Bell sarà il nuovo chief tech officer.

Due le sezioni create dalla casa francese: la Renault Sport Racing, che accorperà tutte le attività sportive del gruppo, comprese Formula E e Formula Renault 2.0, e la Renault Sport Cars che si occuperà di sviluppo e commercializzazione. Creata anche la Renault Academy a caccia di giovani campioni. Un rientro forse non in grande stile ma con una storia che parla di 23 titoli mondiali vinti (11 piloti, 12 costruttori), 552 GP disputati in 34 stagioni, 168 vittorie con cinque team differenti. Livrea tutta nera con due appendici gialle. «Perché non gialla, ma nera? Perché è molto elegante. È stata disegnata dal nostro designer Van der Acker», ha detto il presidente della Renault Stoll.

(Fonte: Askanews)