6 dicembre 2019
Aggiornato 02:30

Non solo Vale: un altro iridato italiano torna in pista con Yamaha

Luca Cadalora, tre volte campione nel Motomondiale, ritornerà in sella a una moto da corsa a 52 anni: Rossi lo ha convinto a fare il collaudatore di eccezione (insieme a lui) per il rientro ufficiale in Superbike della casa dei diapason

ROMA – È una vera e propria coppia d'assi quella che la Yamaha è pronta a calare nel 2016 per battezzare il proprio ritorno ufficiale in grande stile nel Mondiale Superbike. A fianco dei due piloti titolari già molto promettenti, l'ex campione del mondo Sylvain Guintoli e un giovane talentuoso come Alex Lowes, ci saranno infatti due collaudatori di vera eccezione. Il primo, come già avevamo anticipato, sarà proprio Valentino Rossi: «Se hanno bisogno di un mio parere, sono disponibile», ha confermato pochi giorni fa ai giornalisti il Dottore. Di cui non si esclude anche la partecipazione ad almeno una gara delle derivate di serie l'anno prossimo come wild card: un colpaccio che sta fortemente inseguendo lo sponsor Pata, che finanzia sia il campione di Tavullia che lo stesso team dei diapason.

Il ritorno di un campione
Il nome del secondo collaudatore che si occuperà dello sviluppo della YZF-R1 è ancora più inaspettato, ma non meno illustre: si tratta di Luca Cadalora. Il tre volte campione del mondo nel Motomondiale (nel 1986 in classe 125 con la Garelli e nel 1991-92 in 250 con la Honda) tornerà dunque in pista alla veneranda età di 52 anni, come ha rivelato nei giorni scorsi la Gazzetta dello Sport. Confermando che la Sbk sta diventando il campionato delle vecchie glorie: la certezza la si è avuta quest'anno, con l'applauditissimo rientro, seppure una tantum, di Troy Bayliss in Ducati e di Max Biaggi in Aprilia. Anche dietro al rientro del grande pilota modenese, naturalmente, c'è lo zampino di Valentino Rossi. Che, sfruttando il consolidato legame tra 'Cada' e la Yamaha (ci corse in classe 500 negli anni '90 vincendo sei Gran Premi e tuttora possiede e guida la versione stradale della YZF-R1), lo ha invitato nei mesi scorsi in più di un'occasione a girare insieme a lui sulla pista di Misano. Il passo del vecchietto terribile deve averlo decisamente convinto, tanto da fargli condividere sui social network una foto di questi test molto speciali. Un indizio lanciato ai più attenti che già anticipava questo affascinante ritorno sulle scene.

Presto in pista
Questo weekend in Qatar il Mondiale Superbike spegnerà ufficialmente i riflettori sulla stagione 2015. Dunque, dalla settimana prossima inizierà già a tutta forza il programma di preparazione della Yamaha per il debutto dell'anno prossimo. Insomma, per rivedere Luca Cadalora su un circuito in sella ad una moto da corsa non mancano che pochi giorni. Intanto, l'ex pluri-iridato è già tornato a farsi vedere nel paddock delle derivate di serie, anche se solo nel ruolo di osservatore dei team satellite impegnati nella Superstock, ovvero nella coppa del mondo in cui si sfidano le moto in versione di serie. Bentornato 'Cada'!