20 novembre 2019
Aggiornato 20:30

Petrucci a Renzi: «Anche nel basket limitare gli extracomunitari»

«Ormai è chiaro che è difficile limitare l'impiego dei comunitari. Solo la presidenza italiana di Renzi all'Unione europea può lavorare a tal fine per proteggere i vivai. Dobbiamo andare a Rio».

ROMA - «Ormai è chiaro che è difficile limitare l'impiego dei comunitari. Solo la presidenza italiana di Renzi all'Unione europea può lavorare a tal fine per proteggere i vivai». Lo dice, in una intervista a Tuttosport il presidente della Federbasket Gianni Petrucci. «L'unica possibilità che vedo per il basket se prosegue questa anarchia è limitare gli extracomunitari». Ma non solo stranieri.

DOBBIAMO ANDARE A RIO - Petrucci ha anche espresso un auspicio ed una certezza. «Europei ed Olimpiade sono obiettivi importanti per i giocatori. Sono certo che gli italiani che giocano in Nba ci saranno. Ma io non penso soltanto all'Europeo del 2015. Chiamo la prossima manifestazione Europeolimpico. Dobbiamo andare a Rio».
Da Petrucci anche una critica ad una contribuzione fissa da parte del Coni al calcio: «Il calcio non finanzia più lo sport, ma è soltanto lo sport più popolare. Non amo l'arroganza. Alcuni dirigenti devono ricordarsi che gestiscono semplici società di calcio, non le sorti del paese». Ad inizio 2015, infine, dovrebbero partire le trasmissioni della tv del basket.