3 dicembre 2020
Aggiornato 08:30
Calcio - Nazionali

Dilma Rousseff: «Il Brasile è pronto per i Mondiali, dentro e fuori dal campo»

Il Presidente brasiliano, in un discorso alla nazione, ha assicurato che per l'imminente calcio d'inizio dei Mondiali di calcio, tutto è pronto: «il Brasile, come il Cristo redentore, accoglie tutti a braccia aperte». Spesi 11 mld Usd per infrastrutture ai brasiliani.

BRASILIA - «Il Brasile è pronto, dentro e fuori dal campo, per i Mondiali di calcio»: è quanto ha affermato il presidente brasiliano Dilma Rousseff in un discorso alla nazione tenuto a due giorni dal fischio di inizio. Rousseff ha ammesso le difficoltà incontrate durante l'organizzazione, ma ha sottolineato che i 12 stadi sono pronti e che «il Brasile, come il Cristo redentore, accoglie tutti a braccia aperte».

PESSIMISTI SCONFITTI - «Il Brasile ha superato i principali ostacoli ed è pronto dentro e fuori dal campo per la coppa - ha detto nell'intervento andato in onda su radio e tv - i pessimisti sono stati sconfitti dal duro lavoro e dalla determinazione del popolo brasiliano, che non si è mai arreso». Rousseff ha quindi difeso la spesa di 11 miliardi di dollari, sottolineando che «abbiamo costruito e migliorato aeroporti, porti, strade, ponti, strade di accesso, linee di trasporto veloce e lo abbiamo fatto in primo luogo per i brasiliani», perchè queste opere «non partiranno con le valigie dei turisti dopo il Mondiale, ma resteranno qui, a beneficio di tutti i brasiliani»