28 marzo 2020
Aggiornato 19:00
Calcio - Nazionali

Suarez, menisco crack. L’Uruguay ora spera nel miracolo.

La nazionale dell’Uruguay, avversaria dell’italia nel gruppo D dei mondiali è alle prese con il problema Suarez. Il bomber del Liverpool ha accusato problemi al ginoccio ed è finito immediatamente sotto i ferri per un intervento in artroscopia. Lo staff medico è fiducioso in un pronto recupero.

MONTEVIDEO – Un lampo ha squarciato la serenità della comitiva dell’Uruguay, l’operazione al menisco per Luis Suarez, attaccante del Liverpool e stella della Celeste. Il giocatore, però, al Mondiale in Brasile ci sarà. Suarez ha accusato alcuni problemi al ginocchio durante l'allenamento di mercoledì e, dopo essersi sottoposto ad una risonanza magnetica, ha deciso, insieme allo staff medico, di operarsi. Immediatamente, il dottor Alberto Pan, capo del reparto medico della nazionale uruguaiana, ha deciso di intervenire chirurgicamente.

PAOLO SUAREZ: MIO FRATELLO CI SARA’ - Secondo Paolo Suarez, fratello del “Pistolero“, Luis arriverà all'appuntamento mondiale, anche se le paure in Uruguay sono tante. Del resto il tempo di riabilitazione totale dopo un intervento in artroscopia varia da una persona ad un'altra.

INGHILTERRA FORTE, MA CON PUNTI DEBOLI -  Proprio alla vigilia dell’infortunio al ginocchio, luis Suarez aveva confidato ai giornalisti inglesi la sua analisi del confronto mondiale: «L'Inghilterra ha buoni giocatori che giocano nei grandi club e questo la dice lunga sul valore della nazionale di Hodgson. Sappiamo però - ha proseguito il bomber dei «reds« - che hanno alcuni punti deboli e noi dovremo individuarli e sfruttarli».

Uruguay e Inghilterra, insieme al Costa Rica, sono le rivali degli azzurri nel girone D.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal