2 giugno 2020
Aggiornato 14:00
Calcio | Serie A

Cavani fa 100, Fiorentina-Napoli 1-1

Al termine di una partita combattuta disputata sotto una pioggia battente Fiorentina e Napoli si dividono la posta in palio pareggiando per 1-1. Viola avanti grazie a Roncaglia, su clamoroso errore di De Sanctis, pari partenopeo con il solito Cavani prima dell'intervallo

FIRENZE - Al termine di una partita combattuta disputata sotto una pioggia battente Fiorentina e Napoli si dividono la posta in palio pareggiando per 1-1. Viola avanti grazie a Roncaglia, su clamoroso errore di De Sanctis, pari partenopeo con il solito Cavani prima dell'intervallo.
Montella deve fare a meno di Pizarro e sceglie Romulo a centrocampo con Aquilani e Borja Valero, Mazzarri si affida ancora a Pandev come spalla di Cavani, con Cannavaro in panchina al rientro dopo la squalifica. Avvio su ritmi bassi e gioco spesso interrotto per i tanti interventi fallosi. Fioccano i cartellini gialli su entrambi i fronti prima dell'incredibile errore di De Sanctis che al 33' calcola male il tempo dell'uscita su un lancio dalle retrovie di Roncaglia e porta avanti i viola. Il Napoli reagisce e riesce a trovare il pari prima dell'intervallo grazie al solito Edinson Cavani. Il Matador stacca in area sulla punizione di Hamsik e può festeggiare il suo gol numero 100 nella massima serie. Prima dell'intervallo ancora un brivido per De Sanctis che però si salva d'istinto su Toni.

Pareggio sostanzialmente giusto - La ripresa si apre senza cambi ma con accese polemiche per un intervento duro di Behrami, già ammonito, su Cuadrado. Bergonzi risparmia il secondo giallo al centrocampista del Napoli e Mazzarri, per evitare nuovi rischi, lo sostituisce con Dzemaili. Al 70' l'allenatore del Napoli prova il tutto per tutto inserendo Insigne per Gamberini ma la vera occasione per i suoi è firmata Pandev: sul colpo di testa del macedone però è reattivo Neto nella respinta. I viola reggono l'assalto finale e hanno anche una chance nel recupero con Aquilani ma il destro del centrocampista da buona posizione sorvola la traversa. Pareggio sostanzialmente giusto per quanto visto in campo. Mazzarri deve accontentarsi di un punto su un campo comunque ostico come Firenze e vede nuovamente allontanarsi la Juventus, ora a 5 lunghezze di distanza. Bene il reparto difensivo, penalizzato solo da un evidente errore di De Sanctis, e ancora una volta sugli scudi Cavani. Tra i viola meglio la fase difensiva che quella offensiva, dove Jovetic e Toni sembrano lontani dalla forma migliore Montella interrompe la striscia negativa con il primo punto del 2013 ma deve ritrovare Pizarro e i gol degli attaccanti per restare in scia nella corsa ai posti che valgono l'Europa.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal