10 luglio 2020
Aggiornato 08:30
Ciclismo | Doping

Armstrong prova ad ottenere una riduzione di pena

L'ex star del ciclismo mondiale, Louis Armstrong, che finora ha sempre negato di essersi dopato, avrebbe confidato ad alcuni amici di voler passare a una confessione pubblica di colpevolezza per tentare di rientrare nel circuito, ottenendo una revoca della sua radiazione a vita

NEW YORK - L'ex star del ciclismo mondiale, Louis Armstrong, che finora ha sempre negato di essersi dopato, avrebbe confidato ad alcuni amici di voler passare a una confessione pubblica di colpevolezza per tentare di rientrare nel circuito, ottenendo una revoca della sua radiazione a vita.

TUTTO E' POSSIBILE - Tim Herman, uno degli avvocati dello sportivo americano ha detto però al New York Times, che oggi anticipa la notizia, di non essere al corrente di un simile proposito di Armstrong: «Non so niente a questo proposito. Sta a lui deciderlo. Suppongo che tutto sia possibile, è vero. Ma non è cosa di oggi».
Secondo il NYT, Armstrong avrebbe discusso la questione con Travis Tygart, il presidente dell'Agenzia americana antidoping (USADA) e vorrebbe incontrare David Howman, presidente dell'Agenzia mondiale antidoping (AMA).