6 luglio 2020
Aggiornato 01:30
Preliminari di Champions League

Udinese, decisivo un «cucchiaio» sbagliato

Champions amara. L'Udinese si arrende 6-5 al Braga dopo i calci di rigore e non raggiunge la fase a gironi della massima competizione europea. Al Friuli i bianconeri, passati in vantaggio al 25' con Armero, hanno subìto il pareggio a venti minuti dalla fine ad opera di Ruben Micael. Dagli undici metri decisivo l'errore di Maicosuel

UDINE - Champions amara. L'Udinese si arrende 6-5 al Braga dopo i calci di rigore e non raggiunge la fase a gironi della massima competizione europea. Al Friuli i bianconeri, passati in vantaggio al 25' con Armero, hanno subìto il pareggio a venti minuti dalla fine ad opera di Ruben Micael. Dagli undici metri decisivo l'errore di Maicosuel.

Guidolin rinuncia a Muriel e schiera Fabbrini a supporto di Di Natale. Peseiro, tecnico dei portoghesi, mette in campo il suo classico modulo con tre fantasisti alle spalle di Lima. L'Udinese parte male e dopo 9 minuti rischia subito di capitolare: Willians perde palla ma l'uscita di Brkic su Lima è prodigiosa. Pochi minuti dopo rispondono i friulani con una conclusione di Di Natale che da posizione invitante non trova la porta. E' il preludio al gol: minuto 25, Basta mette al centro da destra e Armero di testa insacca alle spalle dell'incolpevole Beto. Prima dell'intervallo i bianconeri potrebbero addirittura raddoppiare, ma l'estremo difensore portoghese è bravo a respingere in angolo i tentativi di Domizzi e Armero.

Nella ripresa la musica cambia: l'Udinese cala fisicamente e il Braga viene fuori. Dopo due tiri da lontano di Hugo Viana, l'occasionissima capita però sui piedi di Armero che, tutto solo di fronte a Beto, incespica inspiegabilmente e cade a terra. Gol sbagliato, gol subìto: al 71' il nuovo entrato Ruben Micael infila Brkic con un colpo di testa su suggerimento di Mossoro. Pareggio meritato, nato da un disimpegno sbagliato di Pasquale. I friulani vacillano pericolosamente mentre i ritmi si alzano: il numero uno bianconero è costretto a dire no prima a Hugo Viana, poi a Ismaily e infine a Lima. Nel finale l'Udinese torna a farsi vedere dalle parti di Beto, ma con scarsi risultati. Il triplice fischio di Kupiers manda le squadre ai supplementari.

Guidolin predica calma ma i suoi uomini sembrano arrivati allo stremo delle forze. Al 97' il Braga ha un'occasione colossale per chiudere la partita: Ruben Micael si incunea in area bianconera e di fronte a Brkic scarica centralmente per l'accorrente Lima, il quale non arriva per un soffio all'appuntamento col pallone. Al 104' un'incertezza clamorosa di Beto fa sobbalzare il Friuli, ma il tiro di Pasquale colpisce in pieno il portiere biancorosso. Nell'ultima frazione ancora Udinese: 110', geniale palla di Pinzi che libera Armero ma il controllo del colombiano è difettoso. Non succede più nulla, si va ai rigori. Segnano tutti, tranne Maicosuel, che con un improbabile cucchiaio bloccato da Beto dà il via alla festa portoghese.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal