27 settembre 2020
Aggiornato 20:30
Dopo le ottime prestazioni a Euro 2012

Pirlo: Il Pallone d'oro? Impossibile

La cosa più bella sono «i complimenti dei colleghi». Siamo qui fra le prime quattro ma non abbiamo fatto ancora niente, vogliamo arrivare fino in fondo

VARSAVIA - «Deluso se non vincessi il Pallone d'oro? No, assolutamente, finché ci saranno Messi e Ronaldo penso sia impossibile arrivare davanti a loro». A dirlo è Andrea Pirlo, entrato di diritto nella lista dei candidati al premio assegnato da Fifa e France Football per le ottime prestazioni a Euro 2012. «I complimenti dei miei colleghi sono la cosa più bella - confessa il centrocampista della Juventus - perché giocano a calcio come me, si divertono. Ricevere i complimenti da questi grandissimi giocatori fa piacere».

VOGLIAMO ARRIVARE FINO IN FONDO - Giovedì a Kiev l'Italia affronterà la Germania in semifinale. «Ha vinto tutte le partite - sottolinea Pirlo - sappiamo che è una grande squadra ma anche che possiamo farcela. Ci siamo resi conto subito che potevamo fare bene, c'è lo spirito giusto, la voglia giusta, vogliamo migliorare. Siamo qui fra le prime quattro ma non abbiamo fatto ancora niente, vogliamo arrivare fino in fondo».

SIAMO ALL'ALTEZZA DEGLI SPAGNOLI - «Penso che siamo sullo stesso livello del centrocampo spagnolo - aggiunge l'ex giocatore del Milan - siamo 4 o 5 grandi giocatori in mezzo, durante tutto l'Europeo e anche durante le qualificazioni abbiamo dimostrato di essere alla loro altezza». In chiusura il centrocampista azzurro si sofferma sul rigore calciato contro l'Inghilterra: «Il cucchiaio un momento di follia? No, l'ho sentito in quel momento e l'ho fatto».