12 aprile 2021
Aggiornato 20:00
Calcio | Euro 2012 - Girone A

Sorpresa Grecia, Polonia bloccata

Finisce 1-1 Polonia-Grecia, sfida inaugurale degli Europei 2012. A Varsavia il match, valido per il Girone A, regala emozioni a non finire: due gol (Lewandowski e Salpingidis), due espulsi (Papastathopoulos e Szczesny) e un rigore sbagliato

VARSAVIA - Finisce 1-1 Polonia-Grecia, sfida inaugurale degli Europei 2012. A Varsavia il match, valido per il Girone A, regala emozioni a non finire: due gol (Lewandowski e Salpingidis), due espulsi (Papastathopoulos e Szczesny) e un rigore sbagliato. Al 17' sono i padroni di casa a passare in vantaggio meritatamente con Lewandowski che insacca di testa su un cross dalla destra di Blaszczykowski: nell'occasione la difesa greca lascia alquanto a desiderare. Il primo tempo è praticamente un monologo polacco e prima dell'intervallo la Grecia rimane anche in dieci: l'arbitro spagnolo Velasco Carballo , con una decisione molto discutibile, espelle Papastathopoulos per doppia ammonizione. Un minuto dopo la squadra di Santos chiede un rigore per un presunto fallo di mano di Perquis in piena area di rigore, ma il direttore di gara fa proseguire.

Nella ripresa cambia tutto. La Grecia, nonostante l'inferiorità numerica, torna in campo con ben altra grinta e al 51' trova il pareggio con Salpingidis, che approfitta di un rimpallo tra Gekas e Perquis e insacca a porta vuota. La Polonia accusa il colpo, sembra un'altra squadra rispetto a quella spavalda della prima frazione. Al 71' Szczesny falcia lo scatenato Salpingidis in area: l'arbitro concede il rigore ed espelle il portiere dell'Arsenal. Sul dischetto si presenta Karagounis, ma la sua conclusione viene respinta da Tyton, entrato da pochi secondi sul terreno di gioco. Al 74' la Grecia segna con Salpingidis (ancora lui), ma la rete viene annullata per fuorigioco di Fortounis, autore dell'assist. Nel finale la Polonia tenta il tutto per tutto, ma i greci si difendono senza affanno.