4 giugno 2020
Aggiornato 17:30
Calcio | Serie A

Derby di Milano, stasera la stracittadina

Ranieri: «È un derby, ce lo giochiamo con i sentimenti di far bene, i tifosi siano tranquilli, lotteremo su ogni pallone, dal primo al novantesimo minuto. Formazione e assetto le saprete domani»

MILANO - «Se noi vinciamo ci rimettiamo in corsa per qualcosa di importante, se il Milan perde capiranno che l'Inter è tornata». Claudio Ranieri carica l'Inter alla vigilia del derby in programma stasera alle 20.45. «Se perdiamo - dice il tecnico - abbiamo altre venti partite. È un derby, ce lo giochiamo con i sentimenti di far bene, i tifosi siano tranquilli, lotteremo su ogni pallone, dal primo al novantesimo minuto. Formazione e assetto le saprete domani».
Dopo una lunga assenza torna a disposizione Wesley Sneijder. «Non avendo mai giocato non so quanti minuti abbia nelle gambe - afferma Ranieri -. Ha recuperato e con lui anche Chivu e Forlan.
Il pericolo numero uno per i nerazzurri sarà, ovviamente, Zlatan Ibrahimovic. Ma Ranieri non teme solo lo svedese.

E intanto a tenere banco in casa Milan è ancora il mancato trasferimento di Pato al Paris Saint-Germain. «Non ho mai detto che volevo cedere Pato - dice Allegri nella conferenza stampa della vigilia -, c'era solo un'operazione di mercato per rimpiazzare Cassano». Poi è arrivato Silvio Berlusconi a dire la parola conclusiva: «Ho deciso di tenere Pato perché lo ritengo un giocatore di grande talento. L'intera operazione non mi convinceva né dal punto di vista tecnico né da quelle economico. E' una scelta che ho preso in totale autonomia. Sono convinto sia la cose migliore per il Milan».
Quanto al match di oggi «È simile al derby di ritorno dell'anno scorso - spiega Allegri - in cui noi potevamo allungare il vantaggio e chiudere il campionato mentre l'Inter aveva addirittura la chance del sorpasso. Ora la distanza è ampia, a loro serve una vittoria per rientrare nel giro scudetto».
«Con il cambio dell'allenatore l'Inter ha cambiato il sistema di giocare - continua Allegri -. Dopo le ultime partite negative ne hanno vinte sei, subiscono poco. Domani avranno a disposizione tutti i giocatori della rosa, troveremo un Inter difficile da affrontare». Allegri arriva al derby fresco di rinnovo: proprio venerdì il tecnico ha allungato il suo contratto con i rossoneri fino al 2014.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal