26 maggio 2020
Aggiornato 05:00
Calcio | Serie A

Inter: Ranieri, la strada non è libera da incidenti

Il tecnico nerazzurro: Il Genoa ha un tifo che trascina, sarà un grosso match. Non esistono partite della svolta, vogliamo semplicemente altri tre punti importanti. Moratti: Tavolo della pace? Sono curioso

MILANO - L'Inter ha ritrovato la vittoria contro la Fiorentina nell'ultimo turno di campionato, ma per Claudio Ranieri il percorso verso il successo è ancora lungo. Alla vigilia del recupero di serie A contro il Genoa, il tecnico nerazzurro è chiaro: «Non esistono partite della svolta, vogliamo semplicemente altri tre punti importanti - spiega in conferenza stampa -. Conta la classifica, non il nome. La nostra strada non è libera da incidenti».

A Marassi l'Inter ha l'opportunità di ridurre il divario dalle prime della classe: «Dobbiamo fare risultato sul campo di una squadra che sta facendo molto bene dopo un avvio difficile - prosegue Ranieri -. Il Genoa ha un tifo che trascina, sarà un grosso match». Ancora indisponibile Wesley Sneijder, in panchina andrà Diego Forlan: «Non voglio rischiare nulla - aggiunge sull'olandese -. Sneijder sul mercato? Magari si tratta di voci incontrollate e non veritiere, non le prendo in considerazione.
Io aspetto il miglior Sneijder, che tutti gli allenatori del mondo vorrebbero. Forlan verrà in panchina: è un giocatore moderno, stupendo, immenso. Ha classe e temperamento, farà sicuramente bene qui. Bisogna tenerlo con le catene, perché vorrebbe giocare sempre».
Nessun commento, infine, sugli episodi arbitrali di Bologna-Milan che avrebbero favorito i rossoneri: «Non ho visto la partita, avevo mezza giornata libera e sono andato a passeggio per Milano», conclude Ranieri.

Moratti: Tavolo della pace? Sono curioso - Mercoledì 14 dicembre sarà finalmente l'ora del Tavolo della pace, organizzato dal presidente del Coni Gianni Petrucci per dirimere le controversie e rimuovere antiche ruggini tra alcuni presidenti di serie A. Certamente a Roma sarà presente Massimo Moratti, numero uno dell'Inter: «Non so quale sarà esattamente il significato - afferma all'ingresso negli uffici della Saras -. Quindi andrò là con molta curiosità».
Nel frattempo Moratti si gode il ritorno al successo dei suoi nerazzurri, che sabato scorso hanno sconfitto 2-0 la Fiorentina: «E' stato un premio al lavoro di Ranieri, che ha lavorato sia psicologicamente che sul campo in una certa maniera - aggiunge il presidente -. Ovviamente una vittoria doveva arrivare». Parole al miele per tutti: «Milito ha giocato molto bene - prosegue Moratti - è stato intelligente nell'aiutare la squadra, poi il gol arriverà. C'è preoccupazione per Sneijder, si è infortunato ancora, ha qualche fastidio che passerà. Però ci poteva servire, peccato. Pazzini è stato importante perché ci ha portato i tre punti, non avevo dubbi che avrebbe ripreso a segnare. Un filotto di vittorie? Ci si spera sempre».

Genoa-Inter, vittoria nerazzurra a 2.38 - L'Inter proverà a recuperare domani sera a Marassi contro il Genoa i punti persi sin qui per strada in campionato. Pazzini e compagni possono puntare anche sull'appoggio dei bookmaker che offrono a 2.38 la vittoria dell'Inter contro il successo degli uomini di Malesani quotato a 3.40. Il pareggio è quotato a 3.30. Sempre secondo i bookies è Pazzini l'indiziato numero uno a sbloccare il match ed il centravanti neroazzurro primo marcatore è offerto a 7.00 mentre Caracciolo del Genoa a 7.50.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal