20 febbraio 2020
Aggiornato 20:00
Calcio | Liga spagnola

Dal Barcellona tre schiaffi al Real Madrid

Grazie alla vittoria 3 a 1 le due squadre appaiate in testa. La squadra di Guardiola ha però disputato una gara in più, l'anticipo vinto 4-0 col Rayo Vallecano per partecipare la prossima settimana al Mondiale per Club

MADRID - Sembrava che il vento stesse cambiando quando Karim Benzema, dopo 20 secondi, aveva portato avanti il Real Madrid nell'attesissimo Clasico di Liga approfittando di un pasticcio della difesa del Barcellona. Poi però la formazione di Guardiola, dopo venti minuti, prende in mano piano piano la gara e ristabilisce le gerarchie, che vedono il dream team catalano davanti ai rivali, in Spagna e in Europa. Con le geometrie di Xavi e Iniesta e i guizzi di Messi, il Barcellona pareggia alla mezzora con l'ex Udinese Alexis Sanchez, autore di un perfetto diagonale dal limite dell'area che non dà scampo a Casillas.

Bernabeu ammutolito - Nella ripresa il Real Madrid appare scosso, e al 53' arriva il raddoppio del Barcellona, con un pizzico di fortuna che spesso viene incontro a chi ha audacia. Xavi colpisce dal limite dell'area con una conclusione in semirovesciata, la palla viene deviata da Marcelo e poi si insacca in rete dopo aver sbattuto sul palo, con Casillas impotente. Mourinho getta nella mischia anche Kakà, ma è il Barcellona che colleziona palle gol in contropiede. Al 66' ecco il tris blaugrana con Fabregas, che di testa devia il cross al bacio di Dani Alves. Il Real sparisce dal campo, il Bernabeu è ammutolito: l'ultimo squillo è di Kakà all'84' ma la sua conclusione è respinta da Valdes.

Grazie alla vittoria 3 a 1 le due squadre appaiate in testa - Finisce 3-1 per il Barcellona, che con la vittoria nel Clasico raggiunge in vetta alla classifica il Real Madrid con 37 punti. La squadra di Guardiola ha però disputato una gara in più, l'anticipo vinto 4-0 col Rayo Vallecano per partecipare la prossima settimana al Mondiale per Club.