23 gennaio 2020
Aggiornato 02:30
Gli azzurri di Mazzarri cercano gli ottavi di Champions

Napoli sogna: è iniziata l'operazione Villarreal

Ad accompagnare la squadra partenopea allo stadio Madrigal sono attesi circa 4mila tifosi azzurri. Mazzarri: Col Villarreal conta solo vincere. Le voci su un presunto «premio a vincere» degli sceicchi del City al Villarreal non sfiorano il tecnico:

NAPOLI - Il Napoli è partito per Villarreal. La squadra di Mazzarri è decollata in mattinata dall'aeroporto di Capodichino destinazione Spagna. Domani sera allo stadio Madrigal Cavani e compagni cercheranno di entrare nella storia del club, conquistando la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. Per essere sicuri del passaggio del turno gli azzurri devono battere gli spagnoli, che sono già matematicamente eliminati e finora hanno perso tutte le partite del girone.

Attesi 4mila tifosi azzurri - Per il Napoli sarebbe la seconda partecipazione agli ottavi di finale di Champions League/Coppa dei Campioni: la prima volta, nel 1990-91, la corsa si fermò contro lo Spartak Mosca (doppio 0-0 ed eliminazione ai rigori).
Ad accompagnare la squadra di Mazzarri allo stadio Madrigal sono attesi circa 4mila tifosi azzurri, che con ogni mezzo raggiungeranno la città spagnola. Piccolo giallo sui biglietti. Gli ultimi 1.530 sono stati venduti ai botteghini dello stadio San Paolo: ne sarebbero rimasti invenduti circa 500, che il Napoli avrebbe restituito al Villarreal. Ma sembra solo un dettaglio: la sensazione è che il Napoli, domani sera, giocherà in dodici.

Mazzarri: Col Villarreal conta solo vincere - «Dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a battere il Villarreal». Non vuole cali di concentrazione Walter Mazzarri, tecnico del Napoli, alla vigilia della delicatissima sfida di Champions League, l'ultima della fase a gironi, che potrebbe consegnare agli azzurri il lasciapassare per gli ottavi di finale della competizione: un'impresa, questa, riuscita finora solo al Napoli di Diego Armando Maradona nella Coppa dei Campioni '90-'91.
«Vedo molta euforia e altrettanta agitazione - ha dichiarato in conferenza stampa l'allenatore dei campani -, ma non dobbiamo perdere la testa. Restiamo concentrati, consapevoli che in caso di risultato positivo otterremmo qualcosa di stratosferico». Una vittoria al Madrigal catapulterebbe matematicamente il Napoli nelle prime 16 squadre d'Europa. Di fronte il Villarreal, squadra che nel girone A, nelle cinque giornate precedenti, non ha totalizzato neanche un punto.

Guai però a pensarsi già qualificati. Il Manchester City è alla finestra, pronto ad approfittare di un passo falso dei partenopei. «Credo che avendo la possibilità di non guardare i risultati dobbiamo restare concentrati sul Villarreal - ha proseguito Mazzarri -, è un avversario temibile che non ci regalerà nulla. Ragioniamo solo per un risultato e non pensiamo al resto. Sappiamo quanto è difficile vincere qui, finora nessuna squadra italiana c'è riuscita».

Le voci su un presunto «premio a vincere» degli sceicchi del City al Villarreal non sfiorano il tecnico: «Noi abbiamo stimoli superiori. Dobbiamo fare il salto di qualità e non pensare a niente, fare il nostro gioco e tirare le somme solo al 95esimo».
Proprio oggi Roberto Mancini, stuzzicato sulla questione, si è lasciato andare dichiarando che il suo City è superiore al Napoli. «Dal punto di vista generale ha ragione, loro hanno una rosa pazzesca - ha concluso Mazzarri evitando polemiche -. Ma ora siamo davanti a loro e il passaggio del turno dipende solo da noi».