5 aprile 2020
Aggiornato 16:00
Calcio | Serie A

L'Udinese vola, colpo della Lazio a Firenze

Il Cagliari non si ferma più. Il Genoa torna con le ossa rotte dalla trasferta del Tardini. Finisce a reti bianche il match del Manuzzi tra Cesena e Chievo

MILANO - L'Udinese batte il Bologna e resta al comando della classifica a quota 11 punti. Sorride anche la Lazio che conquista tre punti importantissimi in rimonta sul campo della Fiorentina; il Cagliari non si ferma più e fa piangere anche il Lecce (Di Francesco adesso rischia). Questi i verdetti più importanti delle partite pomeridiane della sesta giornata di Serie A.

L'Udinese non smette di stupire e rimane al comando della classifica a quota 11 punti: la squadra di Guidolin, ancora imbattuta in campionato, batte 2-0 il Bologna al Friuli con un gol per tempo. Apre Benatia al 29', raddoppia Di Natale al 72' su rigore, concesso per un fallo di Perez su Armero. Traballa sempre di più la panchina di Bisoli: il suo Bologna finora ha raccolto solo un punto e incassato quattro sconfitte. Colpo della Lazio che vince 2-1 al Franchi contro la Fiorentina: viola in vantaggio all'8' con un destro sotto misura di Cerci, i biancocelesti replicano al 28' con un diagonale di sinistro di Hernanes. Nella ripresa viola ripetutamente vicini al 2-1, ma Santiago Silva, Cerci e Jovetic sprecano. E all'83' è la Lazio a colpire con un'incornata di Klose su assist di Sculli.

Il Genoa torna con le ossa rotte dalla trasferta del Tardini. La formazione di Malesani, al secondo ko consecutivo, viene travolta da un super Parma e da un incontenibile Giovinco. L'ex juventino apre le danze al 29' con uno spunto personale concluso con un pallonetto sull'uscita di Frey, poi si procura e trasforma un calcio di rigore al 43'. A inizio ripresa c'è gloria anche per Morrone: gli emiliani vincono 3-1 (al 93' arriva l'inutile gol su rigore di Palacio). Il Palermo ritrova il sorriso battendo 2-0 il Siena al Barbera: decidono le reti di Migliaccio e Hernandez (penalty).

Finisce a reti bianche il match del Manuzzi tra Cesena e Chievo. I romagnoli devono rinviare ancora una volta l'appuntamento con la prima vittoria stagionale. Sul match pesa il rigore sbagliato da Mutu al 61': dal dischetto il rumeno si fa ipnotizzare da Sorrentino, che si tuffa sulla sua destra e respinge la conclusione. Crisi sempre più profonda per il Lecce, che al Via del Mare contro il Cagliari rimedia la terza sconfitta consecutiva, la quarta in cinque partite disputate. I sardi vincono 2-0 colpendo due volte nel primo tempo con Thiago Ribeiro (10') e Biondini (40'). Pirotecnico 3-3 nell'anticipo delle 12.30 tra Novara e Catania.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal