20 febbraio 2020
Aggiornato 11:30
Finale di Champions League

Barcellona epico, lo United si inchina

I «blaugrana» di Guardila vincono 3-1, grazie ai gol di Pedro, Messi, Villa

LONDRA - Come nel 2009. L'epilogo finale tra Barcellona e Manchester United è lo stesso della finale di due anni fa: blaugrana che impongono il proprio gioco e che danno una lezione di calcio ai Red Devils. Un Messi formato Maradona trascina i suoi alla vittoria per 3-1. Pedro e Villa completano la festa, interrotta solo parzialmente dal pareggio di Rooney. Per Guardiola è il culmine di un ciclo fantastico, per Ferguson è un'altra finale da dimenticare in fretta.

Il tecnico spagnolo sorprende tutti e sceglie Abidal titolare. Il francese, che solo due mesi fa era sotto i ferri per un cancro al fegato, prende il posto di capitan Puyol sulla sinistra della difesa. Resto della formazione confermata, con Mascherano centrale difensivo e tridente Messi-Villa-Pedro. Ferguson risponde con un 4-4-2 con Giggs centrale di centrocampo e Rooney affiancato dal Chicharito Hernandez.

L'inizio è di marca Red Devils. Gli uomini di Ferguson partono in quarta, pressando i portatori blaugrana e non facendo prendere l'iniziativa a Xavi e Iniesta. Il Barcellona carbura alla distanza e viene fuori a metà tempo: i due folletti spagnoli prendono le redini del gioco e il Manchester va in bambola, e più volte Vidic e Ferdinand sono chiamati ad interventi super per fermare Messi. Al 27' il vantaggio: Xavi prende palla sulla trequarti, fa venti metri e con un passaggio perfetto serve Pedro, che deve solo piazzare in rete di destro. United che sembra aver perso il controllo, ma al 34' l'inaspettato pareggio: Rooney e Giggs si inventano un uno-due da fuoriclasse, e il bomber inglese di piattone supera Valdes. Primo tempo senza recupero che si chiude sull'1-1.

Nella seconda frazione è tutta un'altra storia: il Barcellona controlla il campo a 360 gradi e per il Manchester tornano gli spettri della finale 2009. Dopo una bella parata di Van Der Sar su Dani Alves al 52', due minuti più tardi Messi porta in vantaggio i blaugrana. La Pulce riceve al limite dell'area, controlla il pallone e tira di sinistro a giro: la conclusione è centrale, ma il portiere olandese è battuto. Dopo il vantaggio è un dominio blaugrana: Xavi e Iniesta sono padroni della mediana, e Messi sembra imprendibile per i centrali dello United. Al 69' l'argentino si porta a spasso Evra, poi scarica su Busquets che dal limite serve Villa: controllo e deliziosa conclusione sotto l'incrocio per il 3-1. Manchester in panne che non riesce a rendersi pericoloso e Barcellona che controlla il match fino alla festa finale.