26 gennaio 2020
Aggiornato 17:30
Calciomercato

Adriano: dimagrirò per lanciare la sfida all'Inter

Bagno di folla al Flaminio per il nuovo acquisto giallorosso: «Roma come Rio. Sono felice di essere tornato in Italia»

ROMA - E' stato il giorno della presentazione ufficiale e del bagno di folla. Ma questo mercoledì, per Adriano, è stato soprattutto il giorno delle promesse. Nell'ordine: iniziare a lavorare prima dei compagni, perdere quei chili di troppo che non vuole quantificare e rilanciare la sfida all'Inter. Ovvero alla squadra che lo lanciò giovanissimo, e tutt'altro che appesantito, nella sua prima avventura italiana. Il centravanti brasiliano, che ha lasciato il Flamengo per firmare con il club giallorosso, è stato presentato dalla «emozione particolare» del presidente Rosella Sensi «Finalmente posso presentare un grande campione», ha detto la numero uno della società capitolina.

Lui, l'Imperatore, si è detto «molto felice di tornare in Italia» sottolineando subito la «responsabilità» rappresentata dalla maglia della Roma, che difenderà con il numero 8 sulla schiena. Adriano si è detto «più maturo»: «Sono tornato per dimostrarlo», ha spiegato durante la conferenza stampa tenuta allo stadio Flaminio, dove poi il nuovo acquisto è stato salutato da circa cinquemila tifosi in festa. L'ex attaccante di Inter, Parma e Fiorentina ha spiegato che il periodo trascorso in Brasile gli ha permesso di riconquistare «la felicità persa». Immancabili le domande sul peso, ma Adriano non ha voluto rivelare quale numero indichi la bilancia. «Sono fermo da un mese ed è chiaro che così prendi qualche chilo», ha ammesso il nuovo attaccante della Roma, «ma mi allenerò prima del ritiro e c'è tempo per perdere questi chili. Tutti sanno che sono in sovrappeso, se dico 80 chili non cambia nulla».

Adriano ha auspicato di poter aiutare il capitano romanista Francesco Totti ammettendo di avere preferito la Roma, scartando offerte da Italia ed Inghilterra, «perché Roma è come Rio. So che sarà una sfida difficile. All'inizio avrò un po' di difficoltà ma se sono tornato è per dimostrare il mio valore. Non sono un bugiardo, a me piace dire sempre la verità. In passato ho sbagliato ma oggi sono molto più maturo». Poi, salutando i tifosi, Adriano si è detto «molto emozionato»: «Mi sembra di essere a casa, a Rio», ha detto, «c'è una sfida con l'Inter e la vogliamo vincere».