29 novembre 2020
Aggiornato 23:30
Calcio. Nazionale A

Abete: «Amauri? Se cittadino italiano può essere convocato»

«Non vogliamo perdere identità, ma non vogliamo discriminare»

ROMA - Il presidente della Figc, Giancarlo Abete, torna sull'eventuale convocazione dell'attaccante della Juventus, Amauri, in azzurro. Il giocatore brasiliano attende il passaporto italiano ma oggi Giampaolo Pazzini dal ritiro della nazionale ha manifestato il suo dissenso.

CITTADINANZA - «La politica della federazione tende a non allargare oltre misura la presenza di giocatori non nati in Italia, ma il parametro di riferimento è la cittadinanza. Un giocatore, se è cittadino italiano, ha tutto il diritto di essere convocato in Nazionale», ha detto Abete a La politica nel pallone su GR Parlamento. «Lo stesso ct Marcello Lippi ha detto che si trattava di una situazione limitata a pochi calciatori. Non vogliamo perdere la nostra identità, ma non vogliamo nemmeno discriminare».