4 ottobre 2022
Aggiornato 00:00
Formula 1

Gp Malaysia, Domenicali: Commesso errore di presunzione

Il boss della Ferrari: «Domani corsa lunga e difficile»

KUALA LUMPUR - Le deludenti qualifiche della Ferrari nel Gran Premio di Malaysia sono dovute ad «un errore di presunzione». Lo ha ammesso il capo della scuderia di Maranello, Stefano Domenicali, che in una nota del team ha commentato con toni amareggiati il settimo posto in griglia del finlandese Kimi Raikkonen ed il sedicesimo tempo del brasiliano Felipe Massa nelle prove ufficiali di stamani.

ERRORE DI PRESUNZIONE - «Questo risultato sicuramente è inferiore alle nostre aspettative, anche se sapevamo che sarebbe stata una qualifica difficile», ha dichiarato: «Quello che però ci lascia molto amaro in bocca è il modo in cui abbiamo affrontato la prima parte della sessione - ha detto Domenicali - abbiamo commesso un errore di presunzione che abbiamo pagato a caro prezzo con Felipe, che è rimasto subito fuori al primo taglio».

GARA DIFFICILE - Il responsabile della scuderia del Cavallino si è poi mostrato cauto e timoroso circa la gara di domani. «Sarà una corsa molto lunga e difficile, con l'incognita legata alle condizioni meteorologiche che possono mutare molto in fretta. Dovremo cercare di sfruttare al meglio il nostro passo di gara e la partenza - ha concluso Domenicali - abbiamo visto in Australia che tutto può succedere e noi dobbiamo saper cogliere tutte le opportunità».