3 dicembre 2020
Aggiornato 02:00
Violenza stadi

Napoli calcio, Bassolino: «Colpire i veri responsabili»

«E' invece sbagliato ed ingiusto penalizzare una società come il Calcio Napoli»

«E' giusto e necessario colpire duramente la responsabilità penale, personale e di gruppo, delle frange violente che utilizzano il tifo per creare disordini. Mi auguro che si rafforzino ancora di più le iniziative dello Stato in questa direzione, sia applicando rigorosamente le norme che già esistono, sia rendendole ancora più incisive ed inequivoche sul piano legislativo».

Ha commentato così, il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, la decisione di chiudere le curve dello Stadio San Paolo. «E' invece sbagliato ed ingiusto – ha continuato Bassolino - penalizzare una società come il Calcio Napoli che, fin dai suoi esordi, ha dimostrato impegno e serietà nella gestione dei rapporti con la tifoseria, non cedendo al ricatto dei violenti e prendendo le distanze dalle loro malefatte.

Così, si rischia il paradosso che mentre noti ed abituali delinquenti sono a piede libero e possono rendersi protagonisti di nuovi episodi di violenza, ad essere puniti sono la squadra e i tantissimi tifosi onesti e perbene, che stanno anche nelle curve» ha concluso Bassolino.