16 ottobre 2021
Aggiornato 10:00
Nazionale Under 19

Azzurrini ad un passo dal sogno: sabato la finale con la Germania

Dopo la bella vittoria di ieri contro l’Ungheria, la Nazionale Under 19 è già proiettata verso la finale del Campionato Europeo che la vedrà impegnata contro la Germania, che ha battuto 2-1 nell’altra semifinale la Repubblica Ceca al termine di una partita molto combattuta

Dopo la bella vittoria di ieri contro l’Ungheria, la Nazionale Under 19 è già proiettata verso la finale del Campionato Europeo che la vedrà impegnata contro la Germania, che ha battuto 2-1 nell’altra semifinale la Repubblica Ceca al termine di una partita molto combattuta. La gara è in programma sabato alle ore 19 a Jablonec (diretta tv su Eurosport). Tra gli Azzurrini non si è ancora spenta la soddisfazione per il prestigioso traguardo raggiunto.

L’attaccante del Siena Forestieri, autore del gol vittoria che ha portato l’Italia in finale, è stato il più festeggiato dai compagni: «Il gol di ieri – racconta il giocatore - è stata una gioia immensa, che voglio dedicare ai miei genitori e ai miei fratelli. È stata una bella azione con Raggio Garibaldi che mi ha dato una splendida palla filtrante, ho visto il portiere in uscita e istintivamente ho tirato mirando sul secondo palo. Un gol che vale moltissimo, perché ha permesso alla nostra squadra di raggiungere la finale». Escluso dall’undici iniziale ed entrato in campo all’inizio della ripresa, il centrocampista italo argentino si è messo subito a disposizione della squadra: «Sono entrato per dare una mano ai miei compagni – continua Forestieri – cercando di tenere un po’ più la palla per alleggerire la pressione degli ungheresi. Per fortuna ci siamo riusciti ed ora ci aspetta questa meravigliosa finale».

Anche il centrocampista Giacomo Bonaventura è già pronto per la gara di sabato: «Tutto quello che abbiamo fatto finora è passato, l’importante adesso è cercare di portare in Italia questo prestigioso trofeo». Cresciuto nel vivaio dell’Atalanta, Bonaventura è entrato a far parte del gruppo dell’Under 19 solo nel ritiro pre-Europei e sta ripagando la fiducia di Rocca con ottime prestazioni: «Ad essere sincero non pensavo proprio a questa convocazione, meno che mai di essere scelto tra i diciotto della spedizione. In ritiro ho lavorato molto ed il mister mi ha portato qui in Repubblica Ceca: è una sensazione bellissima giocare partite internazionali di questo livello e poi segnare contro i cechi è stato davvero emozionante, non riuscivo a crederci». Anche contro l’Ungheria Vincenzo Fiorillo, quest’anno campione d’Italia Primavera e vincitore della Coppa Italia con la maglia della Sampdoria, ha mostrato tutte le sue qualità risultando decisivo almeno in tre diverse occasioni: «In queste gare internazionali è necessario essere sempre concentrati perché si gioca ad un ritmo molto elevato e rischi di pagare caro anche il minimo errore. Anche ieri è stato così, ho compiuto tre interventi importanti a molto distanza l’uno dall’altro».

Il portiere azzurro prosegue poi facendo una considerazione sulla squadra: «Siamo un gruppo molto unito, in cui i giocatori di maggior prestigio si sono integrati perfettamente con quelli meno esperti e questo lo si vede spesso in campo perché siamo sempre pronti ad aiutarci l’uno con l’altro e a metterci a disposizione della squadra». Infine un’ultima riflessione sulla partita contro la Germania: «Ci siamo preparati molto bene per questo appuntamento e la consapevolezza di poter fare qualcosa di importante è nata soprattutto dopo la gara con la Francia nell’Elite round. Il mister ci ha aiutato a tirare fuori il meglio e ci ha fatto capire che, se avessimo lavorato in un certo modo ,qualsiasi traguardo era possibile: ora manca l’ultima sfida e noi cercheremo di giocarcela al massimo come sempre».