Video

Bebè nel lettone: tutti i vantaggi

Tutti i benefici della nanna a tre – anche quelli che non ti aspetti

Mamma e papa combattuti dall’idea di portare il proprio piccolo nel lettone? Si rischia di viziarlo? Di fargli male? Non si abituerà mai al letto tradizionale? Macché! Fare nanna in tre sembra apportare un sacco di benefici per grandi e piccini. Ecco quali sono:

Più ore di sonno
Chi ha avuto almeno un neonato in casa sa che la carenza di sonno da parte dei genitori può diventare anche molto seria. Ma fare dormire il proprio piccolo nel lettone pare aumentare la durata del suo sonno e quindi anche di mamma e papà. Unico neo: il neonato potrebbe aver bisogno della vostra presenza per addormentarsi.

Bimbi più felici
Il contatto fisico prolungato anche durante la notte sembra apportare molti benefici al bambino. Secondo alcuni ricercatori in questo modo aumenta la produzione dei recettori della serotonina, sostanza che tutti sappiamo essere l'ormone del buonumore. Tali recettori sembrano ridursi in caso di sonno solitario.

Miglior allattamento
Dormire insieme ai genitori favorisce anche l’allattamento notturno. Il piccolo si riaddormenta più facilmente e la mamma non ha bisogno di alzarsi dal letto. In questo modo entrambi riescono a riposare meglio nonostante l’interruzione.

Si riduce il rischio di morte in culla
Molti genitori hanno paura di recare dolore erroneamente al piccolo durante il riposo notturno, ma in realtà non è così. Ci si abitua molto facilmente alla sua presenza. Inoltre, secondo alcuni studi questo metodo riuscirebbe a ridurre il rischio di morte in culla.

Nessun vizio, anzi
Infine, un altro lato positivo è che il bambino non diventa viziato, come si usa dire. Anzi, i bambini estremamente coccolati, anche di notte, sembrano essere più equilibrati e meno capricciosi. Insomma, i benefici sono tanti e lo sforzo è minimo: non resta altro che provare.