29 giugno 2017
Aggiornato 05:30
Arti marziali

Arti marziali indiane: l’etica del guerriero di Shiva

Il Durjaya Vidya è un’antica arte marziale che enfatizza l’etica e l’insegnamento forniti – come tradizione vuole – dal dio Shiva allo scopo di permettere l’evoluzione dell’umanità

Uno degli aspetti maggiormente caratterizzanti dell’arte marziale Durjaya Vidya e l’enfasi legata all’etica del guerriero di Shiva (BrahmaKstriya). Secondo l’antica tradizione, Shiva uno degli dèi più importanti del Pantheon indiano, porta in manifestazione l’arte marziale come forma di insegnamento evolutivo per l’umanità – spiega Bruno Antonio Malatesta, insegnante di Durjaya Vidya. All’interno dell’insegnamento del Durjaya Vidya, particolare attenzione viene fornita allo sviluppo dell’etica del guerriero.

Saper affrontare le prove della vita
«Il guerriero di Shiva è una persona che sviluppa coraggio, determinazione e forza, e applica queste caratteristiche positive in tutta la sua vita. Difficilmente nel corso della propria esistenza uno può incontrare un nemico da dover affrontare sul campo di battaglia. Ma goni giorno noi dobbiamo affrontare le prove che la vita ci fornisce», continua Malatesta.

Raramente si usa la violenza
«Attraverso l’addestramento si impara la concentrazione, la determinazione e la forza. Nel caso di un vero scontro il guerriero di Shiva si rende conto dell’importanza della vita umana e tende a risparmiare questa e tende a risparmiare tale vita, salvo non sia veramente necessario usare la violenza».

Il valore di una vita
«Attraverso la forza e la determinazione si impara a comprendere il vero valore della vita di ogni essere vivente. Con il rispetto che è dovuto a ogni persona si cerca di risolvere il conflitto senza utilizzare la forza. Ma se questa fosse necessaria si deve sempre tenere presente che è importante risparmiare la vita all’avversario perché, attraverso la possibilità di imparare nelle successive lezioni, ogni essere umano cresce e si evolve per rivolgersi meglio verso la sorgente di tutte le vite».

Un contributo educativo ed evolutivo
«Ciò che è importante e determinante nel Durjaya Vidya è l’enfasi che noi mettiamo verso tutte le caratteristiche positive che diventano forma educativa e di crescita per ogni essere umano. Tutto ciò che noi dobbiamo insegnare in quest’arte marziale nasce dall’applicazione delle tecniche e dall’uso delle armi. E in questo tipo di struttura noi riusciamo a essere particolarmente in grado di fornire tale contributo evolutivo ed educativo a tutte le persone che hanno la fortuna di avvicinarsi a quest’arte», conclude Malatesta.