2 luglio 2022
Aggiornato 18:30
Sanità

Cosa sono i monitor multiparametrici

Il monitor multiparametrico è un dispositivo che permette di controllare costantemente i parametri vitali del paziente

Monitor multiparametrico
Monitor multiparametrico Foto: Pexels

Il monitor multiparametrico è un dispositivo che permette di controllare costantemente i parametri vitali del paziente; in base ai sensori collegati all’apparecchiatura, la stessa è in grado di monitorare svariati parametri del paziente.

A seconda della situazione del paziente, o della motivazione per cui è collegato al monitor parametri vitali, si utilizzano sensori differenti. Si tratta quindi di attrezzature molto versatili, che possono essere sfruttate in situazioni specifiche.

Considerando che ogni reparto di un ospedale tende ad avere esigenze diverse, sono disponibili numerose tipologie di monitor. A tal proposito, alcuni dispositivi sono in grado di misurare e controllare nel tempo solo specifici parametri, altri invece consentono una maggiore versatilità, permettendo di collegare diversi sensori per l’acquisizione dei dati da monitorare.

Quando si usano i monitor multiparametrici

I monitor multiparametrici misurano i parametri vitali di un paziente, fornendo importanti informazioni ai sanitari. I campi di applicazione sono molteplici, a partire dalle terapie intensive, dove il costante monitoraggio dei pazienti è fondamentale.

I monitor multiparametro si utilizzano anche durante il triage, o per lo screening di base dei soggetti appena giunti presso una struttura sanitaria. Si tratta di strumenti utilizzati anche durante le anestesie operatorie, in modo che l’anestesista abbia sempre perfetta comprensione della situazione del paziente. Sono inoltre disponibili anche monitor parametrici cableless, che offrono maggiore mobilità ai pazienti all’interno di una struttura ospedaliera.

Innovazioni per misurazioni precise e regolari

Oggi i monitor multiparametrici offrono la possibilità di ottenere misurazioni precise e regolari nel tempo. Non solo, i nuovi sistemi informatici digitali consentono di collegare i monitor alla rete di una struttura ospedaliera, per poter gestire i dati in maniera più efficiente. Chi vigila su un reparto di terapia intensiva può così monitorare contemporaneamente tutti i pazienti ricoverati, avendo la certezza di ottenere tutte le informazioni di cui ha bisogno in tempo reale.

Oltre a questo, sono disponibili sistemi di monitoraggio che aiutano i medici a riconoscere gli eventuali segni di aggravamento nel paziente, in modo da rendere quanto più tempestivi eventuali interventi. I software utilizzati in questo settore consentono di valutare gli eventuali cambiamenti, aiutano nel prestare le cure necessarie e sono anche di supporto per i medici nella diagnosi.

Sono disponibili monitor di ultima generazione, che possono essere collegati a postazioni di visualizzazione per monitorare contemporaneamente i parametri vitali di tutti i pazienti di un reparto. In ospedale si sfruttano monitor che permettono di impostare appositi allarmi, che si attivano al verificarsi di precise condizioni, permettendo così agli operatori sanitari di intervenire tempestivamente.

Tecnologia sempre più innovativa per il monitoraggio

I monitor multiparametrici consentono anche la visualizzazione dei dati clinici di un paziente su un dispositivo mobile, oppure la selezione di specifiche soglie dei parametri vitali, affinché si attivino solo alcuni tipi di alert, diminuendo così il numero degli allarmi non significativi in ambienti come la terapia intensiva.

Tra le aziende impegnate nello sviluppo dei sistemi di monitoraggio ricordiamo Philips, azienda leader nel settore dell’Health Technology, che da sempre utilizza tecnologie sempre più innovative.

Con l’obiettivo di mettere a disposizione tecnologie all’avanguardia in ottica di continuum of care, i numerosi monitor parametri vitali Philips consentono l’adozione di questo tipo di apparecchiatura in tutti i settori ove utilizzabili, contribuendo a migliorare l’esperienza dei pazienti e dei medici.