15 dicembre 2018
Aggiornato 08:00

Eliminare i pesticidi riduce il rischio di cancro dell’86%

Limitare gli alimenti che contengono pesticidi può ridurre notevolmente il rischio di incappare in diversi tipi di cancro. Ecco quali
I pesticidi aumentano il rischio di cancro
I pesticidi aumentano il rischio di cancro (Conejota | Shutterstock)

L’ideale sarebbe mangiare alimenti biologici. Questo, probabilmente, lo sappiamo tutti. Ciò che forse non sapevamo è che eliminare i pesticidi dalla nostra dieta abbatte il rischio di contrarre il cancro dell’86%. In particolare, vi sarebbero minori probabilità di assistere alla comparsa di tumori non solidi e solidi, anche se in percentuali diverse. Ecco i risultati che hanno ottenuto alcuni ricercatori francesi.

Quale cancro si rischia meno?
Dai risultati emersi dallo studio si è potuto evidenziare come le persone che hanno mangiato perlopiù cibi biologici, hanno abbattuto il rischio di contrarre il linfoma non Hodgking dell’86%. Ma vi erano anche ridotte probabilità di avere a che fare con qualsiasi neoplasia (25%) o di ridurre di un terzo la comparsa di tumori della pelle e del seno. I benefici si estendevano maggiormente nelle persone che soffrivano di obesità.

Nessun beneficio per il cancro dell’intestino.
 «I nostri risultati indicano che un maggiore consumo di alimenti biologici è associato a una riduzione del rischio di cancro. Abbiamo osservato rischi ridotti per specifici siti di cancro - carcinoma mammario in postmenopausa, linfoma non Hodgkin e tutti i linfomi - tra gli individui con una maggiore frequenza di consumo di alimenti biologici. Sebbene i nostri risultati debbano essere confermati, promuovere il consumo di alimenti biologici nella popolazione generale potrebbe essere una strategia preventiva promettente contro il cancro», spiega Julia Baudry del Centro di ricerca in Epidemiologia e Statistica della Sorbona. Purtroppo, sembra che mangiare biologico non riduca il rischio di contrarre il cancro dell’intestino o della prostata

Sostanze chimiche negli alimenti
Un recente rapporto dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha messo in evidenza come il 44 per cento dei prodotti alimentari contenga diverse sostanze chimiche, mentre nel cibo biologico se ne trovano al massimo nel 6,5% dei prodotti testati. D’altro canto, Baudry sostiene che ci sono state diverse conferme che hanno messo in luce il legame tra esposizione a pesticidi e cancro.

Effetto cocktail
«Sebbene non siano ben note le dosi pericolose di tali molecole o possibili effetti cocktail, è stato suggerito un aumento degli effetti tossici anche a basse concentrazioni di miscele di pesticidi. A causa della loro minore esposizione ai residui di pesticidi, si può ipotizzare che i consumatori di alimenti biologici ad alto rischio possano avere un rischio più basso di sviluppare il cancro. Inoltre, i pesticidi naturali consentiti nell'agricoltura biologica nell'Unione europea mostrano effetti tossici molto inferiori rispetto ai pesticidi sintetici usati nell'agricoltura convenzionale», continua Baudry. «I risultati, che sono stati valutati per il noto rischio di cancro, incluso lo stile di vita e la storia familiare, hanno anche rivelato che le diete organiche hanno maggiormente giovato alle persone obese. Per quanto riguarda quest'ultima associazione, precedenti dati occupazionali hanno indicato una potenziale interazione tra obesità e uso di pesticidi sul rischio di cancro. Si può ipotizzare che individui obesi con disturbi metabolici possano essere più sensibili ai potenziali distruttori chimici, come i pesticidi. I nostri risultati hanno rivelato un'associazione negativa tra alti punteggi di alimenti biologici e carcinoma mammario in postmenopausa, linfoma non Hodgkin e tutti i linfomi. Nessuna associazione è stata osservata con altri siti di cancro», concludono i ricercatori. I risultati dello studio sono stati pubblicati su JAMA Internal Medicine