16 giugno 2019
Aggiornato 15:30
Creme solari

Ecco il simbolo sulla crema solare che ti dice quando è il momento di buttare la confezione

L’esperta spiega come capire quando è arrivato il momento di buttare la crema solare

Come capire quando è arrivato il momento di non usare più la crema solare
Come capire quando è arrivato il momento di non usare più la crema solare ( Shutterstock )

Non solo alimenti, ma anche i cosmetici e le creme solari hanno un periodo di uso limitato. In molte, infatti, si trova ben impressa sulla confezione la data di scadenza. Ma questa non è l’unica cosa che dobbiamo osservare. Un’esperta, intervistata dal famoso quotidiano The Sun, ha infatti rivelato, durante un’intervista, tutti i trucchi per capire quando è arrivato il momento di buttare la tua crema solare.

Quanto dura una crema solare?
Molte creme solari sono dotate di data scadenza, ma come tutti i cosmetici, il prodotto potrebbe non essere più utilizzato a lungo dopo l’apertura. In effetti, le confezioni ben fatte mantengono il prodotto integro per molto tempo, aumentando, di fatto, i tempi relativi a un’eventuale scadenza. Al contrario, se apriamo la confezione o la esponiamo in luoghi caldi o umidi, la durata potrebbe ridursi notevolmente.

Bisogna buttare la crema se avanza?
Indicativamente la maggior parte delle creme solari dura un anno, quindi bisogna sfatare il mito della necessità di dover per forza buttare il prodotto non appena terminata la vacanza. Dopo la data di scadenza la crema non diventa necessariamente nociva per la nostra pelle, tuttavia, i principi attivi iniziano a decomporsi e possono diventare inattivi e inefficaci. Specie quelli che dovrebbero proteggerci dai pericolosi raggi UV.

Il simbolo da controllare
Per conoscere con esattezza il momento in cui dovremmo disfarci della crema solare, dobbiamo controllare molto bene il retro della confezione. Ma, prima di tutto, abbiamo bisogno di segnarci da qualche parte la data dell’apertura. Infatti, solo ricordando tale momento potremmo conoscere con precisione la reale data di scadenza. Il simbolo che dobbiamo osservare con attenzione si trova spesso in basso e, come potete vedere dalla foto pubblicata sul Daily Mail, ha la forma di un barattolo aperto che contiene un numero e una lettera. Si trova in tutti i cosmetici e, generalmente, nelle creme solari si nota la dicitura 12 M o 18 M. Ciò significa che potete tranquillamente usare il prodotto fino a 12 mesi dopo l’apertura (12 M) o 18 (18 M). «La maggior parte delle creme solari dura circa un anno dopo l'apertura. Ma il modo migliore per verificare è quello di controllare un simbolo sulla confezione che riporta il disegno di un barattolo aperto, con i numeri all'interno che rappresentano il numero di mesi in cui è possibile usarlo. La durata è riferita dal momento in cui hai aperto la confezione. Quindi 12 M significa che dura un anno dall'apertura», ha spiegato al The Sun Nina Goad, della British Association of Dermatologists (BAD).

Il simbolo da controllare
Il simbolo da controllare (Screnneshot dal The Sun)

Cosa accade se lo si usa dopo tale data?
Chiaramente bisogna capire di quanto tempo si tratta. Se stiamo parlando di quindici-venti giorni, probabilmente non accadrà niente di strano. Se si parla di mesi le cose potrebbero cambiare, anche se non necessariamente. Il rischio peggiore è che la crema sia totalmente inefficace, più raramente potrebbe causare problemi cutanei come irritazioni e dermatiti. «La maggior parte degli imballaggi filtra i raggi UV, ma è comunque meglio conservare la protezione solare dalla luce del sole e in un luogo fresco, per evitare che si rovini. Se diventa agglomerato, se il liquido si separa o se ha un odore strano, sai che è ora di non usarla più», continua Goad. Infine, l’esperta ricorda di porre attenzione nella scelta deli filtri solari, specie se hai la pelle chiara con lentiggini, non dovresti usarne una di SFP inferiore a 30. Mentre la dose più alta andrebbe sempre applicata nella schiena.