23 febbraio 2020
Aggiornato 21:30
Carboidrati e dieta

Le patate al forno sono salutari? Non proprio. Specie se ci tieni alla linea

Secondo gli esperti le patate al forno – anche senza condimento – sono tutt’altro che un’opzione salutare sia consumata come snack che durante i pasti principali

Dieta e patate al forno
Dieta e patate al forno Shutterstock

Quando abbiamo fame cerchiamo di optare per uno snack sano e salutare e molto spesso si evitano i carboidrati provenienti dal pane o altri prodotti da forno sostituendoli con alcuni all’apparenza molto più salutari. Un esempio classico di questo genere di sostituzione sono le patate al forno, a volte vendute anche in alcuni fast-food come alternativa light e salutare. Tuttavia, benché sia innegabile che la scelta sia migliore di tante altre, forse non sapete che potrebbe danneggiare la linea più di una bevanda zuccherata.

19 cucchiaini di zucchero
Secondo quanto riportato recentemente dal quotidiano The Sun, le patate al forno sono tutt’altro che light. In ogni patata, infatti, ci sono mediamente 19 cucchiaini di zucchero, ovvero più del doppio di quello che è contenuto in una lattina di Coca Cola. La dichiarazione è stata fatta recentemente proprio al The Sun dal famoso medico Xand van Tulleken, che conduce una trasmissione televisiva su BBC denominata Truth About Carbs.

Sorpresa?
Tutto ciò sicuramente avrà sorpreso gli inglesi quando avranno appreso che tutti i loro sforzi per consumare uno spuntino salutare sono stati vani. Tuttavia, è importante sottolineare che «una patata al forno è ancora una scelta migliore, rispetto a due fette di pane bianco o qualsiasi altro carboidrato trasformato. Ha comunque più fibre e un valore nutrizionale migliore», spiega Xand van Tulleken. Il famoso medico è un grande esperto di carboidrati e, nonostante adesso sia una persona di corporatura normale, un tempo pesava circa 120 chilogrammi (19 stones). Questo è il motivo per cui ha passato buona parte della sua vita a cercare di comprendere il ruolo negativo derivante dal consumo di carboidrati.

Qual è lo snack sano?
Il fatto che molte persone non riescano a perdere peso, secondo l’esperto, è che tentano un approccio solo apparentemente migliore di un altro. Le patate al forno, ricchissime di zuccheri, difficilmente porteranno al dimagrimento o un miglioramento del profilo glicemico. «Chiaramente se stai mangiando patatine fritte ogni giorno, passare a una patata al forno sarà molto meglio per te. Ma se sei una persona che ritiene che una patata al forno sia un pranzo salutare, potrebbe essere meglio pensare a trovare altre alternative, come la patata dolce per esempio. È meglio per te perché è meno probabile che ti faccia aumentare i livelli di zucchero nel sangue e ti farà sentire sazio più a lungo. Metti nel tuo piatto più verdure, grassi e proteine ​​e riduci i carboidrati amidacei», spiega ha spiegato il dottor van Tulleken

Cos’è che aumenta il senso di fame?
Secondo van Tulleken è importante aggiungere alla propria dieta cereali integrali che hanno un indice glicemico più basso e «non alzeranno improvvisamente i tuoi livelli di zucchero nel sangue». Infatti, il picco improvviso e il conseguente crollo della glicemia ci fa sentire più affamati anche dopo i pasti, ma – soprattutto – ci invoglia a fare troppi spuntini.

Ci sono carboidrati e carboidrati
Ciò che non dobbiamo dimenticare dei carboidrati è che essi vengono scissi in glucosio, ovvero in uno zucchero semplice. Questo potrebbe portare, a lungo andare, allo sviluppo di iperglicemia e diabete. Tuttavia, è importate ricordare che «esistono tre tipi di carboidrati: l’amido, lo zucchero e le fibre. Ci sono grandi quantità di amido nelle patate, nella pasta e nel pane e molto zucchero nelle bevande gassate, dolci e cibi lavorati. Dopo averli consumati, i carboidrati vengono scomposti in glucosio ed entrano nel flusso sanguigno dove il corpo lo usa come energia. Ma se ne mangiamo troppi vengono trasformati in grassi. Al contrario, frutta e verdura contengono fibre che rilasciano energia molto lentamente e sono benefiche per la salute dell'intestino - oltre a non farci ingrassare». Insomma, il problema non sono i carboidrati di per sé, semmai quale tipo di carboidrati scegliamo e come li elaboriamo prima del consumo.

Leggi anche: I carboidrati ti fanno ingrassare? Scoprilo con questo semplice test
Un test ideato da una genetista e facile da fare a casa propria. Ci aiuta a comprendere se i carboidrati sono davvero deleteri per la nostra salute e il peso corporeo