2 giugno 2020
Aggiornato 13:30
Obesità e malattie

Obesità e sovrappeso collegati a 12 diversi tipi di cancro

Non solo diabete e malattie cardiovascolari, il sovrappeso e l’obesità sono stati collegati a ben 12 tipi di cancro. Lo studio e le 10 raccomandazioni

Obesità collegata a 12 tipi di cancro
Obesità collegata a 12 tipi di cancro Shutterstock

ROMA – Se l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l’allarme per l’epidemia obesità, che dovrebbe interessare il 22% della popolazione entro il 2045, quello lanciato dal World Cancer Research Fund preoccupa ancora di più. Sì, perché se sovrappeso e obesità sono spesso l’anticamera di diabete, malattie cardiovascolari, epatiche e così via, ora un nuovo studio afferma che c’è un collegamento significativo con 12 tipi di cancro.

Prima erano sette
La correlazione obesità e cancro non è nuova. Già precedenti studi avevano mostrato come il sovrappeso e l’obesità fossero collegati a 7 tipi di tumore. Ma oggi, una nuova ricerca ne ha aggiunti altri cinque. Nonostante la brutta notizia, il World Cancer Research Fund (WCRF) afferma che fino al 40% dei tumori è prevenibile. Mentre il fumo è ancora la principale causa di cancro, secondo il WCRF l’obesità la supererà entro un paio di decenni in molti Paesi occidentali.

Il rapporto con il cancro
Il primo rapporto che collegava obesità e cancro, redatto dieci anni fa dal WCRF, menzionava 7 tipi di neoplasie. Oggi nel nuovo rapporto presentato al Congresso europeo sull’obesità a Vienna, il numero è stato elevato a 12. Questi tipi di cancro correlati all’obesità sono i tumori del fegato, dell’ovaio, della prostata (avanzato), dello stomaco, della bocca e della gola, dell’intestino, della mammella (post-menopausa), della cistifellea, dei reni, dell’esofago, del pancreas e dell’utero.

Il cancro si previene
Anche se è impossibile predire quanti anni si possa vivere senza il cancro seguendo uno stile di vita migliore, «sappiamo che circa il 40% dei casi di cancro sono prevenibili – ha detto un portavoce del WCRF – e che seguire una dieta sana, essere più attivi ogni giorno e mantenere un peso sano son (dopo il non fumare) i modi più importanti per ridurre il rischio di cancro».

Il male dell’occidentalizzazione
Se già 1 decesso su 6 a livello mondiale è già causato dal cancro, sottolinea il World Cancer Research Fund, le cose si stanno mettendo male proprio a causa dell’obesità. Mentre più Paesi al mondo adottano stili di vita ‘occidentali’, facendo meno attività fisica e mangiando più cibo spazzatura, il numero di nuovi casi di cancro dovrebbe aumentare. Al ritmo attuale – sempre secondo il rapporto WCRF – il numero di casi in tutto il mondo aumenterà del 58%, raggiungendo i 24 milioni all’anno entro il 2035. Il costo globale del cancro, si ritiene, assumerà proporzioni immense e pari a circa 458 miliardi di dollari entro il 2030.

La dieta conta
Per contrastare sovrappeso e obesità – e dunque il cancro – tutta la dieta seguita è fondamentale. Non basta – secondo il WCRF – rinunciare a zuccheri o salumi, ma anche ridurre il più possibile il ricorso ai cibi lavorati o pronti. «La nostra ricerca – sottolinea la dott.ssa Kate Allen, direttore esecutivo della scienza e degli affari pubblici della WCRF – dimostra che è improbabile che alimenti o nutrienti specifici siano fattori singoli importanti nel causare o proteggere il cancro», per questo è importante la dieta nel suo insieme. «Piuttosto – prosegue l’esperta – diversi modelli di dieta e attività fisica per tutta la vita si combinano per renderti più o meno suscettibile al cancro. Le nostre raccomandazioni sulla prevenzione del cancro funzionano insieme come un progetto per sconfiggere il cancro e di cui le persone possono fidarsi, perché sono basate su prove che si sono dimostrate valide per decenni».

Sono tutti responsabili
Anche se un ruolo di primo piano nella riduzione del rischio cancro ce l’hanno le persone, che possono decidere di seguire uno stile di vita sano, anche i Governi hanno una responsabilità – si legge nel rapporto WCRF. Le politiche e le normative sulla salute pubblica che riducono la pubblicità e il marketing e gli sconti sugli alimenti spazzatura e trasformati, ma rendono più facile camminare, pedalare e essere attivi sono fondamentali.

Il piano in 10 punti della WCRF per evitare il cancro
Mantieni il tuo peso nel range di salute e non mettere su chili da adulti;
Sii fisicamente attivo;
Mangia una dieta ricca di cereali integrali, frutta, verdura e fagioli;
Limitare cibi veloci e trasformati ricchi di zuccheri, sale e grassi;
Limitare le carni rosse e lavorate - per le carni lavorate come pancetta e salame le evidenze sono molto forti. La carne rossa non dovrebbe essere consumata più di tre volte a settimana;
Limitare le bevande zuccherate;
Limitare l’alcol: per prevenire il cancro è meglio non bere;
Non consumare integratori alimentari: ottieni vitamine e minerali dai cibi sani;
Allattare i bambini se puoi – è un bene per la madre e il bambino;
Dopo una diagnosi di cancro, se possibile, seguire le raccomandazioni della WCRF.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal