Salute | Obesità

I bambini che dormono meno di 8 ore a notte sono destinati a diventare grassi

Orari sballati, ore di sonno perdute. Se il bambino dorme meno di 8 ore a notte ha quasi il 60% di probabilità di ingrassare e rischia l’obesità e la salute

Bimbo obeso
Bimbo obeso (kwanchai.c | shutterstock.com)

REGNO UNITO – Un nuovo studio pone l’accento sul rischio che corrono i bambini se non dormono sufficienti ore a notte. In particolare, i ricercatoti della Warwick University hanno scoperto che se il bambino non dorme almeno 8 ore a notte ha ben il 58% più probabilità di ingrassare, rischiando l’obesità e la salute. Lu studio dimostra che esiste uno stretto legame tra il poco sonno e l’obesità.

L’epidemia di obesità
Quella dell’obesità è divenuta una vera e propria epidemia, specie tra i bambini. E non si tratta soltanto di una ‘questione di peso’, ma il sovrappeso e l’obesità sono un serio problema di salute poiché fanno parte di quella che viene chiamata sindrome metabolica, una serie di fattori di rischio che includono gravi malattie come il diabete, le patologie cardiache e cardiovascolari. In sostanza, i bambini obesi di oggi sono dei potenziali malati, anche gravi, di domani.

Dormire il giusto
Spesso, a imitazione dei genitori, i bambini non vogliono andare a letto presto. Invece, dovrebbero. E per questo sarebbe bene insistere o mettere subito le cose in chiaro. Non si tratta di essere dei genitori ‘cattivi’, ma di prendersi cura della salute dei propri figli. Lo dimostrano i risultati di questo studio revisionale che ha preso in esame 42 studi precedenti sul legame tra il sonno e l’obesità infantile, che hanno coinvolto 75.499 soggetti al di sotto dei 18 anni d’età. I partecipanti che sono stati etichettati come ‘poco dormienti’ ottenevano meno ore di sonno rispetto a quelle raccomandate per loro, o un bambino che dormiva normalmente – le distinzioni sono state fatte basandosi sulle linee guida della US National Sleep Foundation. Tutti i partecipanti sono stati seguiti per tre anni.

Le linee guida
Per quanto riguarda i minori o i bambini, le linee guida suggeriscono che i neonati tra i 4 e gli 11 mesi debbano dormire almeno 12 ore a notte e fino a 15 in generale, se possibile. I bambini fino all’età prescolare dovrebbero dormire tra le 11 e le 14 ore. Quelli in età prescolare dalle 10 alle 13 ore a notte. Per i bambini dai 6 ai 13 anni le ore di sonno dovrebbero essere 9, ma non più di 11. Gli adolescenti e fino all’età matura le ore di sonno dovrebbero essere tra le 8 e le 10.

I risultati
I risultati dello studio, pubblicato sulla rivista scientifica Sleep, hanno rivelato che nei bambini che dormivano meno di quanto avrebbero bisogno avevano in media un 40% di maggiore rischio di sviluppare obesità, rispetto a coloro che dormivano regolarmente.

nei bambini che dormivano meno di quanto avrebbero bisogno avevano in media un 40% di maggiore rischio di sviluppare obesità, rispetto a coloro che dormivano regolarmente. Tuttavia il rischio aumentava del 57% nei bambini in età prescolare che non ottenevano le giuste ore di sonno, per arrivare addirittura al 123% nei bambini di età compresa tra i 6 e i 13 – quelli in genere che fanno più i capricci quando si tratta di andare a letto. Negli adolescenti, infine, il rischio era del 30% maggiore. Il sonno mancato, secondo i ricercatori, diviene dunque un importante fattore di rischio per l’obesità e tutte le malattie correlate.