Salute | Sinusite

Sinusite: i 12 sintomi rivelatori e le soluzioni per combatterla

Cos’è la sinusite, i sintomi, quando servono gli antibiotici, la differenza tra i vari spray e come preparare una soluzione fisiologica

Sintomi e cause della sinusite
Sintomi e cause della sinusite (Puhhha | Shutterstock)

Non è poi così raro assistere a episodi acuti o cronici di sinusite in seguito a un raffreddore o altra malattia da raffreddamento. A differenza di quanto si creda, tuttavia, la patologia può avere diverse cause e interessare diversi tipi di patogeni appartenente alla classe dei batteri o dei virus. Ci sono persone che si scontrano una vita intera con questo problema e altre che quasi non si accorgono della sua presenza. Ecco tutto ciò che dovresti sapere sulla sinusite.

Cos’è la sinusite?
La sinusite, più che una patologia vera e propria è un processo infiammatorio dei seni paranasali che può presentarsi di tanto in tanto (forma acuta) o quasi sempre (forma cronica).

Distinguere la sinusite acuta da quella cronica

Acuta: <4 settimane

Subacuta: 4-12 settimane

Cronica:> 12 settimane

Le cause della sinusite
Qualsiasi fattore che provochi infiammazione delle mucose e dei seni paranasali può scatenare una sinusite. Più spesso, però, il disturbo è provocato da riniti virali quindi dai famosi rhinovirus, patogeni con cui abbiamo a che fare diversi mesi all’anno. Leggermente meno comune è la sinusite scatenata da batteri come lo stafilococco e lo streptococco. Ancor più rara è quella causata da infezioni fungine. Infine, ricordiamo che la sinusite è molto frequente nei soggetti allergici.

Le cause più comuni di sinusite

Infezione virali

Rinite allergica e non allergica

Variazioni anatomiche

Anomalia del complesso osteomeatale

Deviazione settale

Concha bullosa

Turbinati medi ipertrofici

Fumare sigarette

Diabete mellito

Nuoto, immersioni, arrampicata in alta quota

Infezioni e procedure dentali

Cosa accade in caso di sinusite
Quando la mucosa nasale si infiamma aumenta il suo volume provocando un restringimento e una scarsa comunicazione tra cavità nasali e seni paranasali. Come è facilmente intuibile ne consegue un forte ristagno di muco che, a sua volta, potrebbe divenire terreno fertile per i batteri. In questo caso la cura potrebbe anche prevedere l’uso di antibiotici per eliminare l’infezione. La sinusite può essere classificata in diversi modi: infezione sinusale acuta, infezione sinusale subacuta, infezione sinusale cronica, sinusite infettiva e sinusite non infettiva.

Le cause più rare della sinusite
Fibrosi cistica

Neoplasie

Ventilazione meccanica

Uso di tubi nasali, come tubi di alimentazione nasogastrici

Triade di Samter (sensibilità dell'aspirina, rinite, asma)

Sarcoidosi

Granulomatosi di Wegener

Insufficienza immunitaria

Chirurgia sinusale

Discinesia Ciliare Primaria

I soggetti a rischio
Le persone più a rischio di sinusite sono quelle che soffrono di allergie o hanno le prime vie respiratorie piuttosto strette. Al contrario, chi non ha i seni paranasali ben sviluppati – come i bambini piccoli – non può contrarre la sinusite. «La sinusite acuta – si legge in uno studio pubblicato su Canadian Family Physician - è causata dagli stessi virus che causano il raffreddore.  Sebbene fino a un terzo dei pazienti adulti osservati a livello di orecchie, naso e gola potrebbe presentare sinusite batterica acuta (colture di campioni mostrano Streptococcus pneumoniae e Haemophilus influenzae), la proporzione di casi di sinusite acuta dovuta a batteri è molto più piccola nelle cure primarie, probabilmente inferiore al 2%».

I sintomi della sinusite

Mal di testa

Indolenzimento facciale,

Sensazione di pressione o dolore nei seni paranasali, nelle orecchie e nei denti ,

Febbre (meno comune)

Drenaggio nasale difficoltoso

Muco giallastro

Sensazione di fastidio nasale

Mal di gola

Gonfiore del viso

I sintomi di un'infezione sinusale batterica

Dolore facciale

Scolo nasale simile al pus

Sintomi che persistono per più di una settimana e che non rispondono ai farmaci da banco (OTC)

Non sempre è sinusite
Ci sono casi in cui l’indolenzimento o il dolore facciale non sono attribuibili alla sinusite ma potrebbero essere la spia di altri disturbi – più o meno seri. Ecco quali sono:

Mal di denti,

Infezioni dentali o gengivali,

Dolore articolare temporomandibolare (TM)

Nevralgia del trigemino

Herpes facciale simplex

Herpes zoster facciale

L’antibiotico serve sempre?
No l’antibiotico non serve sempre. Anzi, sono pochissimi i casi in cui si deve utilizzare. Quindi è sempre bene far valutare il proprio caso al medico curante. D’altro canto sembra che poche persone rispondano positivamente al trattamento antibiotico. «Se si utilizza un antibiotico – si legge nell’estratto di uno studio [1] - il migliore nell'assistenza primaria è probabilmente uno a buon mercato ad ampio spettro come l'amoxicillina e una somministrazione di 5 giorni è probabilmente efficace quanta una di 10 giorni».

I vari tipi di sinusite
I vari tipi di sinusite (Peter Hermes Furian | Shutterstock)

Troppi antibiotici
Un recente rapporto pubblicato su AMA Internal Medicine ha evidenziato come il trattamento antibiotico per la sinusite in genere duri troppo a lungo, predisponendo, di fatto, alla presenza di batteri resistenti. «Più di due terzi dei corsi di antibiotico e il 91% dei corsi di antibiotici non a base di azitromicina prescritti per il trattamento della sinusite acuta negli adulti erano di 10 giorni o anche di più, nonostante l’Infectious Diseases Society of America raccomandi da cinque a sette giorni di terapia per i casi più complicati», scrivono gli autori dello studio.

Le cure possibili
«A causa della risposta deludente agli antibiotici, forse è meglio concentrarsi sull'alleviare i sintomi del paziente. I testi suggeriscono misure di comfort per i pazienti con sintomi di sinusite acuta: mantenimento di un'adeguata idratazione (per sciogliere le secrezioni), applicazione di impacchi facciali caldi (per favorire il drenaggio del muco), somministrazione di analgesici (per il dolore e la tenerezza localizzati), uso di decongestionanti (per aumentare il diametro ostiale e favorire il drenaggio del seno) e l'uso di gocce saline (per fornire idratazione e migliorare la funzione mucociliare)». Tuttavia, i ricercatori ricordano che le ricerche in merito sono poche e non è facile dimostrare in che misura tali soluzioni possono essere davvero efficaci.

Spray steoridei
Il mercato ci mette a disposizione anche spray steroidei dall’azione antinfiammatoria. «Una revisione suggeriva che gli spray steroidei per via intranasale potrebbero essere modestamente efficaci per alleviare i sintomi della sinusite acuta. Uno studio sudafricano ha alleviato i sintomi con compresse di betametasone da 1 mg al giorno per 5 giorni. Sfortunatamente, questi trattamenti sono stati utilizzati in concomitanza con antibiotici, che ha reso i loro effetti (se presenti) difficili da quantificare. Una recensione ha rilevato che le prove a favore dei medicinali a base di erbe (sia occidentali che orientali) erano molto limitate». Inoltre, è importante sottolineare che «non ci sono studi che dimostrino che intervenire durante la malattia acuta abbia qualche effetto benefico nel prevenire la sinusite cronica o le rare complicanze acute della sinusite».

L’utilizzo di soluzioni saline
«Gli otorinolaringoiatri raccomandano l'irrigazione salina dopo l'intervento chirurgico sinusale per eliminare secrezioni, detriti e croste; ridurre il rischio di aderenze della mucosa postoperatoria; e accelerare la guarigione della mucosa. L' irrigazione salina sta guadagnando popolarità come approccio alternativo al sollievo dai sintomi della sinusite cronica e diversi studi randomizzati controllati (RCT) hanno dimostrato sia l'efficacia oggettiva che soggettiva di questo trattamento per la malattia sinonasale. Nel 2007, la Cochrane Collaboration ha esaminato le prove per l'efficacia dell'irrigazione salina nasale per i sintomi della rinosinusite cronica. I revisori hanno concluso che è ben tollerato e benefico, sia usato da solo che come terapia aggiuntiva», si legge in un estratto allo studio pubblicato su Pubmed [4].

Come effettuare l’irrigazione salina. Guida passo passo
(Testo adattato dal Dipartimento di Medicina dell'Università del Wisconsin)

Di cosa hai bisogno:

- Sale

- Bicarbonato di sodio

- Strumento per irrigazione nasale (disponibile presso la maggior parte delle farmacie)

- Misurini

- Contenitore con coperchio

Oppure:

- Un kit di irrigazione che include il dispositivo e pacchetti salini premiscelati

Preparare la soluzione:

- Metti 1 cucchiaino di sale, e mezzo cucchiaino di bicarbonato nel contenitore

- Aggiungi 1 litro di acqua tiepida.

- Mescola il contenuto

- Riempi l’irrigatore nasale

Come utilizzare l’irrigatore

Appoggiati al lavandino; ruota la testa da un lato

Inserire il beccuccio del dispositivo di irrigazione nella narice più in alto che puoi

Respira attraverso la bocca.

Solleva l’irrigatore in modo che la soluzione scorra nella narice superiore; in pochi istanti, la soluzione inizierà a defluire dalla narice inferiore.

Continua fino a quando il contenitore è vuoto, quindi espira delicatamente attraverso entrambe le narici e soffia delicatamente il naso.

Riempi nuovamente l’irrigatore, gira la testa sul lato opposto e ripeti con l'altra narice.

Fatelo due volte al giorno o come indicato.

Differenza tra soluzione salina e soluzione ipertonica
La soluzione ipertonica, a differenza di quella salina tradizionale, ha un contenuto superiore di sale (oltre lo 0,9%). Per questo motivo molti la considerano migliore in termini di efficacia. «L'irrigazione ipertonica giornaliera con irrigazione nasale migliora la qualità della vita dei seni paranasali, diminuisce i sintomi e diminuisce l'uso di farmaci nei pazienti con sinusite frequente. I medici di base possono sentirsi a proprio agio nel consigliare questa terapia», scrive il dottor Rabago D del Department of Family Medicine dell’University of Wisconsin [5].

Leggi anche: Sinusite: i rimedi naturali (efficaci) per combatterla
I rimedi casalinghi, della nonna, naturali e quelli testati dalla scienza, di provata efficacia. Tutte le soluzioni per la sinusite

Allergie primaverili: le cure naturali per combatterle
Dalle pulizie nasali con il metodo ayurvedico alle erbe tradizionali. Tutti i rimedi naturali per dire addio alle allergie di stagione

[1] Can Fam Physician. 2011 May; 57(5): 565–567. PMCID: PMC3093592 PMID: 21642737  Acute sinusitis Graham Worrall, MB BS MSc FCFP

[2] Otolaryngol Head Neck Surg. 2007 Sep;137(3 Suppl):S1-31. Clinical practice guideline: adult sinusitis. Rosenfeld RM1, Andes D, Bhattacharyya N, Cheung D, Eisenberg S, Ganiats TG, Gelzer A, Hamilos D, Haydon RC 3rd, Hudgins PA, Jones S, Krouse HJ, Lee LH, Mahoney MC, Marple BF, Mitchell CJ, Nathan R, Shiffman RN, Smith TL, Witsell DL

[3] BMJ. 2007 Feb 17; 334(7589): 358–361. doi:  10.1136/bmj.39092.679722.BE PMCID: PMC1800997 PMID: 17303885 Sinusitis and its management Kim W Ah-See, consultant ENT surgeon and Andrew S Evans, specialist registrar in ENT

[4] J Fam Pract. 2009 Jan; 58(1): 29–32. PMCID: PMC3183918 PMID: 19141268 Saline irrigation spells relief for sinusitis sufferers Mari Egan, MD, MHPEcorresponding author and John Hickner, MD, MS Bernard Ewigman, MD, MSPH, PURLS Editor Bernard Ewigman, Department of Family Medicine, The University of Chicago

[5] J Fam Pract. 2002 Dec;51(12):1049-55. Efficacy of daily hypertonic saline nasal irrigation among patients with sinusitis: a randomized controlled trial. Rabago D1, Zgierska A, Mundt M, Barrett B, Bobula J, Maberry R.