21 gennaio 2022
Aggiornato 05:30
Chirurgia

Medici rimuovono lampadine a led dai polmoni di una bambina

Un’equipe medica, dopo aver seguito una broncoscopia, si è accorta che una bambina di soli sette mesi aveva una lampadina a led nei polmoni

Fa quasi sorridere ciò che si presenta (quasi) ogni giorno di fronte agli occhi stupiti di molti chirurghi. In tutto il mondo, infatti, si assiste agli episodi e ai racconti più incredibili. C’è chi ha estratto stuzzicadenti nel cuore, chi giocattoli della Playmobil dall’apparato respiratorio, e chi chiodi arrugginiti nello stomaco. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. E per ogni età: infatti recentemente un’equipe medica è stata costretta ad estrarre una lampadina a led nei polmoni di una bambina molto piccola. Ecco i dettagli della vicenda.

Tosse e febbre
Il suo nome è Ariba, ed è una bambina originaria di Chiplun (India). La piccola aveva solo sette mesi e da alcuni giorni mostrava una tosse molto forte e febbre anomala. Per questo motivo i suoi genitori hanno scelto di portarla a un centro medico vicino. Il personale sanitario inizialmente non aveva capito di cosa si trattasse: fu un approfondimento diagnostico a svelare il mistero.

Richiesta di intervento
I medici hanno voluto eseguire una radiografia per capire cosa si trovasse nel corpicino della piccola. È stata proprio la lastra a evidenziare un corpo estraneo a livello dei polmoni. Tuttavia, per l’intervento è stato necessario attendere una settimana, eseguito presso l'ospedale Bai Jerbai Wadia Hospital for Children.

Un cellulare giocattolo
Durante l’operazione, eseguita con una tecnica mini invasiva come una broncoscopia, i medici sono riusciti a rilevare la presenza di una lampadina a LED. Questa è stata prontamente rimossa dal polmone della bambina di soli sette mesi. L’intervento è stato molto veloce e sono occorsi solo due minuti. Pare che la lampadina sia stata ingoiata accidentalmente mentre giocava con un cellulare giocattolo.

Una sorpresa
I medici solo durante l’intervento hanno scoperto che il corpo estraneo era una lampadina a Led. «Dopo la broncoscopia il corpo estraneo è stato estratto in soli 2 minuti usando una semplice pinza. Con nostra sorpresa, abbiamo scoperto che si trattava di una lampadina LED da 2 cm, la quale non era stata identificata nemmeno dopo le varie lastre», spiegano i medici.

Bronchi pieni di tessuto di granulazione
«Gli antibiotici sono stati somministrati soprattutto nel momento in cui è stata eseguita la broncoscopia perché il bronco completo era pieno di tessuto di granulazione causato dal lungo tempo di permanenza del corpo estraneo. Un ciclo endovenoso di antibiotici e steroidi è stato somministrato per 2 giorni al fine di eliminare l'infezione e le granulazioni delle vie aeree che hanno bloccato il corpo estraneo», ha ci dichiarato il dottor  Divya Prabhat, capo del dipartimento ENT, dell'ospedale Bai Jerbai Wadia.