28 settembre 2022
Aggiornato 17:30
Obesità

Lo sapevi? Il tuo corpo ha una «bilancia» che controlla i livelli di grasso. Ecco come funziona

Il nostro organismo è dotato di una sorta di bilancia in grado di monitorare il nostro peso corporeo e ridurre i livelli di grasso

Il nostro corpo è dotato di una sorta di bilancia che regola il grasso corporeo
Il nostro corpo è dotato di una sorta di bilancia che regola il grasso corporeo Foto: Shutterstock

Diciamo la verità: in natura tutto è perfetto. Il corpo umano è dotato di milioni di meccanismi che ci permettono di controllare al meglio le varie funzioni. In più, tenta di mantenere inalterato l’equilibrio in modo tale da non farci ammalare. Anche se sappiamo che a volte qualcosa si inceppa e insorgono tutta una serie di disturbi. Recentemente, si è anche scoperta l’esistenza di una sorta di bilancia che controlla il nostro grasso corporeo. Ecco come funziona e perché a volte ci istiga a prendere peso.

Smetti di mangiare!
Se dovessimo sintetizzare in poche parole il messaggio che il nostro corpo ci invia in determinate condizioni, potremmo dire: «smetti di mangiare». Un gruppo di ricercatori, infatti, pare aver trovato nel nostro organismo un particolare sistema di regolazione del grasso corporeo, sconosciuto fino ad ora. Si tratta di un meccanismo che funziona un po’ come le classiche bilance: quando il peso è eccessivo invia una specifica richiesta al cervello per ridurre il consumo di cibo.

Le bilance interne
«Molto semplicemente, abbiamo scoperto l'esistenza di «bilance da bagno» interne. Il peso del corpo viene registrato a livello degli arti inferiori. Se il peso corporeo tende ad aumentare, un segnale viene inviato al cervello per ridurre l'assunzione di cibo e mantenere il peso corporeo costante», ha dichiarato John-Olov Jansson coordinatore dello studio.

Lo studio
Durante lo studio, i ricercatori hanno aumentato artificialmente il peso di alcuni topolini. Lo stratagemma è stato molto semplice: hanno aggiunto ai roditori dei pesi aggiuntivi a livello degli arti inferiori. E, inaspettatamente, i piccoli animali hanno perso tanto peso quanto era il carico artificiale. Oltre alla riduzione del grasso corporeo, si è verificato anche un miglioramento dei livelli di glucosio nel sangue.

Indipendente dalla leptina
Dai risultati ottenuti, gli scienziati sono anche riusciti a stabilire come la massa grassa viene regolata in maniera indipendente dalla leptina. «Il meccanismo che ora abbiamo identificato regola la massa grassa del corpo indipendentemente dalla leptina, ed è possibile che la leptina combinata con l'attivazione delle «bilance» corporee interne possa diventare un trattamento efficace per l'obesità», ha dichiarato il professor Claes Ohlsson.

Sedentarietà, obesità e diabete
La scoperta degli scienziati potrebbe in parte spiegare anche il motivo per cui vi è una forte relazione tra il tempo in cui si sta seduti e l’aumento di rischio di malattie metaboliche, obesità e diabete. «Stare seduti troppo a lungo si traduce in un minor carico di osteociti nelle ossa lunghe che portano il peso e, quindi, la regolazione omeostatica del peso corporeo non attiva il suo segnale afferente al cervello, con conseguente obesità». I risultati potrebbero portare a una migliore comprensione sulle cause dell’obesità dando vita, potenzialmente, a nuove cure. Lo studio è stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Fonti scientifiche:

[1] - SAHLGRENSKA ACADEMY - The body's own bathroom scales - a new understanding of obesity