23 febbraio 2020
Aggiornato 12:30
TV e fertilità

Guardare la TV per troppo tempo riduce il numero degli spermatozoi e aumenta il rischio di morte

Gli uomini che trascorrono troppo tempo davanti alla TV possono assistere a una riduzione della fertilità e un maggior rischio di morte

Stare troppo tempo davanti alla TV diminuisce la conta spermatica
Stare troppo tempo davanti alla TV diminuisce la conta spermatica Shutterstock

La sedentarietà, lo sappiamo tutti, è fin troppo deleteria. Per questo motivo, quando abbiamo un po’ di tempo libero a disposizione sarebbe opportuno dedicarlo ad attività fisiche varie, un po’ di movimento e - perché no – magari anche qualche piccola passeggiata dopo i pasti. Abitudine che ottimizza i livelli di glicemia nel sangue. D’altro canto uno studio recente ha messo in evidenza come stare fermi a guardare la tv diverse ore al giorno, è legato a una diminuzione della produzione di spermatozoi negli uomini. Ecco i risultati dello studio pubblicati sull’American Journal of Epidemiology.

Dipendenza televisiva
Da quando abbiamo a disposizione la tecnologia sembrano essere aumentate in maniera esponenziale anche le varie dipendenze. Una di queste – quella dei videogame – verrà probabilmente aggiunta ufficialmente dall’OMS nella prossima edizione (2018) dell’International Classification of Diseases. Ma non dobbiamo dimenticare che c’è anche quella da smartphone, da social network e da televisione. È questo tipo di tossicodipendenza a ridurre il conteggio degli spermatozoi di circa il 35%.

Non solo TV
«Insieme allo stile di vita sedentario, gli additivi chimici e la natura acida danneggiano la motilità e la forma delle cellule spermatiche o le portano alla morte. Ridurre la qualità dello sperma e abbuffarsi davanti alla TV aumenta di quattro volte il rischio di diminuire il numero di spermatozoi, la motilità e la concentrazione», ha dichiarato Sagarika Aggarwal, IVF Expert presso l'ospedale Indira IVF di Nuova Delhi.

Lo studio
Durante lo studio, il team di ricerca ha raccolto campioni di oltre 200 studenti di età compresa fra i 18 e 22 anni. Dai risultati è emerso che avevano una conta spermatica media di 37 Mn per ml, rispetto a una normale di 52 Mn per mL tipica di chi trascorreva poco tempo davanti a un televisore. Chi si muoveva, al contrario, evidenziava una conta spermatica più alta di 3/4 rispetto a chi faceva poca attività fisica. Stare troppo a lungo davanti alla Tv sembra anche stimolare la generazione dei radicali liberi nel corpo che portano alla morte cellulare.

Il rischio di morte
Lo studio ha inoltre evidenziato uno stretto legame tra lo stare davanti al televisore per almeno cinque ore al giorno e il rischio di morte per embolia polmonare. L’evento accade quando un coagulo di sangue si stacca da gli arti inferiori o superiori e giungono fino ai polmoni compromettendo la respirazione. Ogni ora aggiuntiva aumenta del 45 percento il rischio che si sviluppi tale patologia.