25 gennaio 2020
Aggiornato 21:30
Natale senza stress

10 consigli per un Natale all'insegna del benessere (e senza stress)

Preparati in anticipo per l'arrivo del Natale. Ecco i consigli per godersi le festività

Natale in serenità
Natale in serenità Shutterstock

Ci siamo quasi: arriva l’evento più atteso dell’anno. Quello in cui tutti (o quasi) ci sentiamo più buoni e più felici grazie alla magica atmosfera natalizia. Luci, canti, doni e tanto amore sono gli ingredienti che ci rendono – almeno temporaneamente – più sereni e autentici. Ma affinché tutto vada nel migliore dei modi non bisogna lasciare niente al caso. Ogni minimo dettaglio deve essere studiato con attenzione. Ecco 10 consigli per un Natale ricco di felicità.

Il natale è magia, amore e desiderio. È il sorriso che leggiamo attimo per attimo nelle persone che amiamo. È il momento di estrema condivisione con chi vive intorno a noi. E quale contorno migliore se non le luci, i canti e l’inebriante profumo di arancia, cannella e zenzero?

1 – EVITA LO STRESS
Prima di tutto per godere appieno delle feste natalizie è essenziale ridurre lo stress al minino storico. Secondo recenti dati, infatti, questo è il momento dell’anno in cui siamo più soggetti ad ansia e stress. Ma per evitare che ciò accada è necessario agire con un po’ di anticipo. La prima cosa da fare è quella di non ridursi all’ultimo momento: regali, pranzo e cenone devono essere pianificati con attenzione – e magari largo anticipo. Segnate tutto su un quaderno e cominciate ad acquistare i doni almeno un mese prima: avrete anche la possibilità di comprare diversi oggetti a prezzi ridotti.

2- SII PRONTO PER LE ABBUFFATE
Si sa che da metà dicembre in poi inizia il periodo hot in fatto di alimentazione. Ed è così che tra pranzi, cenoni e inviti da parte di amici e parenti non si smette di mangiare (esageratamente) per almeno quindici giorni. Inutile dire che tutto questo potrebbe far lievitare il nostro giro vita. Quindi, per non arrivare impreparati è bene che la settimana precedente seguiate una dieta light eliminando per lo più i prodotti raffinati, industriali e salumi. Via libera, invece, a verdure a foglia verde – meglio se condite con scorze di agrumi biologici – e frutta secca. Aiuteranno a smaltire tossine e potenzieranno il sistema immunitario.

3 – ATTENZIONE A PIANTE E DECORAZIONI
Piante e decorazioni sono la colonna portante del Natale. Attenzione però: alcune possono essere pericolose per bambini e animali. Tra i vegetali è consigliabile riporre in un luogo sicuro il vischio, l’agrifoglio, il pungitopo e la stella di natale. Possono dar luogo a fenomeni urticanti o di intossicazione. Per quanto riguarda le decorazioni, invece, è bene non lasciare in giro i nastri per i pacchi: fido potrebbe ingoiarli e il vostro piccolo potrebbe soffocarsi giocherellandoci. Infine, attenzione alle palline in vetro che, se cadono o si rompono potrebbero creare seri traumi in chi sta vicino.

4 - I CIBI DA EVITARE DURANTE IL CENONE
Il cenone e il pranzo di Natale sono i due momenti perfetti per mangiare cibi prelibati che magari non si riescono a consumare per tutto il resto dell’anno. Via libera, quindi, alla fantasia. Attenzione però a pesce e molluschi. Le cozze, per esempio, possono essere un serbatoio di Escherichia Coli e se non vengono maneggiate con attenzione o cotte poco potrebbero rovinare a tutti la festa. D’altro canto se volete preparare qualche succulento carpaccio ricordatevi sempre che il pesce va abbattuto o congelato per alcuni giorni prima dell’utilizzo. Al contrario, si rischia di incappare nel pericoloso Anisakis, un parassita che potrebbe causare gravi intossicazioni.

5 - DOLCI SÌ MA NON TROPPI
Torte, panettoni, biscotti allo zenzero, torroni e deliziose creme al cioccolato. A Natale non ci facciamo mancare niente. Ma sono proprio questi i cibi che più ci intasano e fanno spostare eccessivamente l’ago della bilancia. Quindi, se proprio amate i cibi dolci, oltre a ridurne la quantità optate per quelli fatti in casa o preparati con farine integrali, zuccheri non raffinati e grassi buoni: meglio del sano burro piuttosto che dell’olio facilmente alterabile in cottura. Vietati, invece, i grassi trans – estremamente pericolosi per cuore e arterie.

6 - NON ABBIATE PAURA DEI GRASSI
A Natale esistono due categorie di persone: quelle che mangiamo praticamente di tutto senza neppure preoccuparsi di ciò che hanno nel piatto e quelle che stanno attente a ogni ingrediente aggiunto. Inutile dire che la via di mezzo è d’obbligo. In particolare, chi ha il terrore dei grassi dovrebbe ricredersi: uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato infatti che i grassi saturi non fanno male, anzi, in alcuni casi possono addirittura essere benefici. Affinché accada, però, bisogna affidarsi ad alimenti integri come la panna, il burro e oli spremuti a freddo. Questi ultimi, pare che aumentino il colesterolo buono contrastando l’LDL.

7 – CONSERVATE BENE GLI AVANZI
Inutile dire che in virtù del Natale e della tanta gente povera che festeggia con poco, bisogna imparare a moderarsi e non sprecare. Per questo motivo se avete degli avanzi durante il cenone, riponeteli in frigo richiudendoli bene per il prossimo pasto. Quando un cibo cotto scende alla temperatura di circa 37-38 gradi Centigradi, infatti, viene attaccato con facilità da microorganismi nocivi. Per questo motivo è essenziale porre attenzione alla conservazione.

8 – MUOVETEVI
Dopo il pranzo di Natale è abbastanza frequente rimanere seduti sulla sedia o su un divano a causa di una maggiore sonnolenza: sintomo che l’organismo sta facendo fatica a smaltire l’enorme quantità di cibo. Per evitare che ciò accada è consigliabile fare una piccola passeggiata (coprendosi bene): aiuterà a ridurre i livelli di glucosio ematico evitando i classici picchi.

9 – UNA TISANA PER SMALTIRE L’ECCESSO DI CIBO
Se dopo poche ore – o giorni – l’eccesso di cibo comincia a farsi sentire, l’ideale è affidarsi a qualche rimedio naturale. Se il tuo problema è il gonfiore addominale l’ideale è preparare un decotto con semi di finocchio, aggiungendo qualche fogliolina di menta al termine della cottura. Aiuterà a digerire meglio, rilasserà la muscolatura addominale e favorirà l’espulsione delle bolle di gas. Se soffri di acidità, invece, meglio affidarsi a un po’ di acqua calda e limone. Infine, se ti senti particolarmente stanco meglio un bel decotto di cannella e zenzero: migliora la digestione, tonifica e riduce gli effetti dannosi dello zucchero.

10 – LIVE IN THE MOMENT
Affinché sia davvero un Natale all’insegna del benessere e della felicità, non preoccuparti che tutto sia perfetto. Impara a vivere attimo per attimo, osservando le persone che sono accanto a te, ascoltando le loro parole e gioendo dei doni ricevuti. In fin dei conti, il segreto di un Natale perfetto è racchiuso nelle parole citate durante il film Il curioso caso di Benjamin Button: «la vita non si misura in minuti, ma in attimi».