26 gennaio 2020
Aggiornato 18:00
Stress e festività

Natale, che stress! I 10 consigli per sopravvivere e goderselo alla grande

Per molti italiani il Natale più che una festa è motivo di grande stress. Per combatterlo e non lasciarsi sopraffare ecco i consigli dell'esperta

Stress a Natale
Stress a Natale Shutterstock

MILANO – Le festività natalizie, e in particolare il Natale, dovrebbero essere momenti di serenità, gioia in compagnia dei famigliari o degli amici, ma per molti italiani il Natale è invece diventato un incubo ricorrente – che si presenta puntuale ogni anno. Per tutti questi a fare da padrone è infatti lo stress. Una condizione sempre più pesante e pressante che mette a dura prova anche più tenaci. Ma per non soccombere alle feste e iniziare invece a godersele come dovrebbe essere, ecco i 10 consigli dell'esperta.

Lo stress dei lavoratori
A esserne più colpiti in genere sono i lavoratori, poiché il periodo pre-natalizio spesso è fitto di impegni che fanno sentire tutto il suo peso, con il rischio di rimanerne schiacciati. E così via a stress e preoccupazioni. Secondo un sondaggio pubblicato dalla Cnbc, dicembre è il mese più stressante per il 42% degli impiegati. Un effetto negativo che si ripercuote sulla produttività, con ben il 68% che ammette anche di essere meno performante sul posto di lavoro. Come fare, perciò, per affrontare gli ultimi giorni al lavoro e le festività natalizie senza farsi travolgere dalle preoccupazioni e dagli impegni? Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia, consiglia innanzitutto di decontestualizzare gli impegni per tornare alle radici del Natale e alla semplicità.

Parola d'ordine: chiudere
«Bisogna chiudere tutto – esordisce Osnaghi – bisogna fare i regali, bisogna andare alla festa in ufficio e fare gli auguri anche a quelli antipatici. E magari il giorno di Natale si litiga anche in famiglia o con la suocera. Ma è questa l’unica realtà possibile? Forse dovremmo ricordarci lo spirito del Natale che ha avuto per secoli un significato importante e profondo: la nascita di una speranza. Indipendentemente da fede religiosa e credo, possiamo scegliere questo momento come un passaggio. E come tutti i passaggi ci sono criticità importanti che ci portano verso un altro anno, e la vita passa, ci porta verso opportunità e sfide, senza sapere veramente cosa accadrà. Forse dovremmo ricordarci di semplificare e rilassare, invece che complicare nella corsa della chiusura». Per mettere in pratica questo passaggio dalla complessità delle chiusure alla semplicità del Nataleci sono 10 possibilità, che ci vendono consigliate dalla master coach per chiudere al meglio il 2017 e godere appieno delle festività natalizie

1) RILASSATI, LO STRESS È COMPAGNO DI OGNI CHIUSURA
Ricordati che lo stress è compagno di ogni chiusura e di ogni rush finale. Viviamo con mille fronti aperti e appena arriva una chiusura ufficiale, come il Natale o una festa comandata, nasce il bisogno impellente di sistemare le cose. Ma è la normalità, rilassati.

2) QUESTIONE DI PRIORITÀ
Chiediti cosa è veramente urgente. Per prima cosa gestisci le ansie altrui senza entrare in ansia con te stesso. Negozia dilazioni e scadenze e cerca la soluzione più saggia. Se ci rifletti un momento e smetti di correre, la soluzione è lì che ti aspetta.

3) TROVA IN TE LE MOTIVAZIONI
Motivati al 'passaggio'. Un anno finisce ed un anno inizia: cosa vuoi lasciare morire che non ti serve più e cosa ti auguri per il prossimo anno?

4) DEFINISCI L'OBIETTIVO
Datti un obiettivo preciso. Semplice e felice e metti dei post it che te lo ricordino, per trovare la forza di realizzarlo ogni giorno.

5) IMPARA A PERDONARTI
Perdonati se per caso non hai fatto tutto quello che avresti voluto. Passa in rassegna quel che ti è riuscito e godine. Puoi fare solo del tuo meglio, e quindi del tuo meglio farai! La ricerca di perfezione stressa ancora di più.

6) SCREMA L’AGENDA
Passa in rassegna quel che non ti è riuscito e decidi se veramente lo vuoi tenere in agenda oppure no: concentrati su quel che veramente è essenziale.

7) DICHIARA LA PACE NEI CONFRONTI DELLA ROUTINE
Fai un patto di non belligeranza con i fastidi del lavoro, della vita e della famiglia. Spesso sono cose che fanno parte della realtà e che tutto sommato non sono evitabili. Vale la pena di dar loro il benvenuto a concentrarsi su altro.

8) SMETTILA DI SUBIRE
Alla fine si arriva al 'panettone' di Natale da mangiare insieme in ufficio. E a volte si subisce. Subire rende molto più infelici che scegliere cosa si vuole fare. Anche una festa viene meglio se hai un motivo: chiediti da che parte vuoi stare. Decidi che vuoi divertirti e scegli se andare o no.

9) UN SORRISO È D'OBBLIGO
Decidi di iniziare ogni incontro con un sorriso, anche se ti costa fatica, e scopri il meraviglioso effetto che fa su di te e sugli altri.

10) DIVERTITI E DISTRUGGI LO STRESS
Ricordati di divertirti. Cerca di ridere. Lo stress negativo assorbito in forma passiva nei luoghi di lavoro è tossico come 3 pacchetti di sigarette al giorno, secondo alcuni studi.